Logo Valentano.net Logo Valentano.net
Ultimo Urlo - Inviato da: Pro Loco - Venerdì, 04 Settembre 2015 09:08
 
Forum Community sul Comune di Valentano (VT)
Marzo 09, 2021, 01:43:18 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
Qual'è il paese più bello della tuscia Viterbese?
 
   Home   Help Ricerca Calendario Utenti Login Registrati  
Pagine: [1] 2 3   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: cadute  (Letto 18871 volte)
Lucullo II
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 645



Guarda Profilo
« il: Marzo 15, 2011, 15:13:18 »

speravo di leggere qualcosa di + nel portale, ma invece non c'è ancora nulla. Aggiornamenti graditi
http://www.nuovoviterbooggi.it/cronaca-provinciale/valentano/7146-cade-il-comune-di-valentano.html
Loggato

sere
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 99



Guarda Profilo
« Risposta #1 il: Marzo 15, 2011, 15:26:05 »

Comunicato:

Cade l’amministrazione Comunale di Valentano:  la maggioranza dei Consiglieri Comunali rassegna le dimissioni in segno di sfiducia nei confronti del Sindaco Raffaella Saraconi.
 
Di fronte all’ennesimo sopruso compiuto dal sindaco Saraconi  in spregio della legge e delle più basilari regole democratiche i consiglieri:  FIORONI Carlo Adolfo, CONTI Nazareno, LOMBARDI Antonio, PACCHIARELLI Francesco, RICCI Patrizio, CECCARELLI Franco e BATTISTI Armando, trovandosi impossibilitati allo svolgimento del Consiglio Comunale, convocato su loro richiesta per questa mattina, per l’assenza del Sindaco, di alcuni consiglieri a Lei fedeli e per l’ingiustificata assenza del Segretario Comunale si sono dimessi dichiarando quanto segue: “I consiglieri, preso atto dell’intollerabile situazione in essere, intendono esprimere formalmente la loro sfiducia al sindaco in carica Saraconi Raffaella e, attesa l’impossibilità di svolgere le proprie funzioni, al termine della presente seduta rassegnano le proprie dimissioni con separata lettera depositata al protocollo comunale.”
Le dimissioni dei consiglieri sono arrivate dopo che questa mattina gli stessi,  recatisi in Comune per la seduta del Consiglio Comunale convocata su loro richiesta , hanno trovato l’aula dove si sarebbe dovuto tenere il Consiglio occupata da una mostra fotografica allestita per i 150 anni dell’Unità d’Italia ed hanno costatato che il Sindaco ed il manipolo di consiglieri a Lei fedeli non erano presenti nonostante soltanto ad alcuni di essi era stato notificato l’arbitrario rinvio sine die  della seduta, voluto ieri pomeriggio dal Sindaco stesso.
Pur essendo presente la maggioranza dei consiglieri il Consiglio comunale non si è tenuto per l’ingiustificata assenza del segretario comunale, ai consiglieri presenti quindi non è rimasto che tenere un’ assemblea pubblica dove hanno esposto le loro posizioni in merito all’O.d.G previsto.

Il consiglio Comunale odierno avente ad oggetto: la  Revoca delibera Consiglio Comunale n. 48 del 26 novembre 2010 avente ad oggetto adozione PUCG e successiva delibera di modifica; e il  Bilancio di previsione per l’anno 2010, bilancio pluriennale 2010/2012, relazione previsionale programmatica 2010/2012 – provvedimenti in sanatoria.
si era reso necessario perché la recente sentenza del TAR del  Lazio n. 497/2011 e  l’ordinanza del Consiglio di Stato n. 730/2011 avevano giudicato illegittimi e quindi annullato gli atti indicati.
Il Consigliere Antonio Lombardi fa rilevare che “l’assenza del Sindaco e di alcuni consiglieri preclude la possibilità di adottare provvedimenti in sanatoria per cui ogni responsabilità derivante dalla situazione in essere è ad essi ascrivibile.”
A pochi giorni dalla scadenza naturale del mandato il Comune  di Valentano resta così senza guida per l’incomprensibile ostruzionismo e per l’arroganza del Sindaco e dei suoi fedelissimi.



* _3151028.JPG (237.63 KB, 800x600 - visto 507 volte.)
Loggato

"Per gli italiani la via più breve fra due punti è l'arabesco." E. Flaiano
sere
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 99



Guarda Profilo
« Risposta #2 il: Marzo 15, 2011, 15:34:29 »

Il documento/ verbale  depositato dai Consiglieri

COMUNE DI VALENTANO
Seduta del Consiglio Comunale del 15.03.2011
Il giorno quindici del mese di marzo dell’anno duemilaundici, alle ore 11,00, in Valentano,
Piazza Cavour n. 1, piano terra, all’interno della sala consiliare del comune di Valentano, inopinatamente allestita a sala mostra fotografica e priva degli arredi ordinari, con un solo tavolo e sedia, sono presenti i seguenti consiglieri Comunali:
FIORONI Carlo Adolfo, CONTI Nazareno, LOMBARDI Antonio, PACCHIARELLI Francesco, RICCI Patrizio, CECCARELLI Franco e BATTISTI Armando, costituenti la metà più uno dei consiglieri assegnati;
I presenti constatano e fanno constatare che:
  • con avviso prot. 1485 del 7 marzo 2011, su iniziativa di sette consiglieri, il Sindaco del Comune di Valentano ha convocato il Consiglio Comunale in seduta straordinaria per oggi, 15 marzo 2011, alle ore 11,00, presso la sala consigliare in Piazza Cavour n. 1;
  • che nonostante la rituale convocazione, il Sindaco Raffaella Saraconi risulta essere assente; che risultano parimenti assenti i consiglieri: FORTUNA Roberto, RICCI Lorenzo, ZAPPONI Davide, BORDO Vittorio e MASSIERI Andrea;
  • che, benché contattato telefonicamente alla utenza mobile, risulta ingiustificatamente assente anche il segretario comunale dott. Tramontana Mario Sante, al quale non consta agli atti del Comune essere stato notificato alcun atto con il quale viene autorizzato a non assistere la seduta;
  • che la data odierna rappresenta il ventesimo ed ultimo giorno utile a norma di legge e regolamento per lo svolgimento del Consiglio Comunale convocato per iniziativa dei Consiglieri;
  • che non sussiste alcun legittimo impedimento allo svolgimento del Consiglio Comunale;
  • che l’assenza ingiustificata del sindaco, del segretario comunale nonché dei consiglieri FORTUNA Roberto, RICCI Lorenzo, ZAPPONI Davide, BORDO Vittorio e MASSIERI Andrea, costituisce l’ennesima attività ostruzionistica dagli stessi posta in essere al fine di impedire il regolare esercizio delle funzioni amministrative proprie del consiglio comunale e dei consiglieri maggioritari oggi presenti;
  • consigliare con tutti i poteri deliberativi, soprattutto in considerazione che il Consiglio odierno è stato convocato anche per la revoca della delibera di approvazione del PUCG adottata in modo illegittimo in assenza del quorum costitutivo e deliberativo come chiaramente affermato dal Tar Lazio e dal Consiglio di Stato.
A questo punto i consiglieri presenti intendono comunque formalizzare la propria volontà sui punti posti all’ordine del giorno, di seguito trattati.
1)   Approvazioni verbali seduta precedente
I Consiglieri presenti constatano che i verbali non sono stati posti a disposizione, per cui si è nella impossibilità di procedere alla loro approvazione.
2)   Revoca delibera Consiglio Comunale n. 48 del 26 novembre 2010 avente ad oggetto adozione PUCG e successiva delibera di modifica.
Si esamina la proposta di delibera ritualmente depositata agli atti del comune in data 14 marzo 2011.
Il Consigliere Ricci Patrizio fa notare che la revoca della delibera di approvazione e di successiva modifica è atto dovuto alla luce della sentenza del Tar Lazio n. 497/2011 e  dell’ordinanza del Consiglio di Stato n. 730/2011 che implicano la illegittimità della delibera n. 48 del 26 novembre 2010 per carenza del quorum costitutivo imponendone l’espunzione.
Il Consiglieri, preso atto di quanto precede, fatte proprie le considerazioni di cui alla suddetta proposta di deliberazione da intendersi qui richiamate e trascritte nonché condivise le osservazioni del consigliere Ricci Patrizio, all’unanimità esprimono la determinazione di voler revocare la delibera del Consiglio Comunale n. 48 del 26 novembre 2010 avente per oggetto adozione PUCG e successiva delibera di modifica.
3)   Bilancio di previsione per l’anno 2010, bilancio pluriennale 2010/2012, relazione previsionale programmatica 2010/2012 – provvedimenti in sanatoria.
Si esamina la proposta di delibera ritualmente depositata agli atti del comune in data 14 marzo 2011.
Si rileva che ai sensi dell’art. 43 del regolamento del consiglio comunale, l’approvazione di deliberazioni con oggetto il bilancio presuppongono il voto favorevole di almeno nove componenti del consiglio comunale.
Il Consigliere Lombardi Antonio fa rilevare che il sindaco e i consiglieri oggi assenti precludono la possibilità di adottare provvedimenti in sanatoria per cui ogni responsabilità derivante dalla situazione in essere è ad essi ascrivibile.
Non essendovi altri punti all’ordine del giorno e nessun altro chiedendo la parola, alle ore undici e minuti trenta la seduta viene sciolta
I consiglieri, preso atto dell’intollerabile situazione in essere, intendono esprimere formalmente la loro sfiducia al sindaco in carica Saraconi Raffaella e, attesa l’impossibilità di svolgere le proprie funzioni, al termine della presente seduta rassegnano le proprie dimissioni con separata lettera depositata al protocollo comunale.
Del che ne è verbale in doppio originale, di cui uno depositato all’Ufficio protocollo per gli adempimenti di legge, che consta di tre pagine.
I Consiglieri presenti


* _3151026.JPG (214.1 KB, 800x600 - visto 455 volte.)

* _3151032.JPG (219.83 KB, 800x600 - visto 448 volte.)
Loggato

"Per gli italiani la via più breve fra due punti è l'arabesco." E. Flaiano
stoppins
Patacchino
**
Offline Offline

Posts: 216


MEGLIO FREGARE CHE ESSERE FREGATI...


Guarda Profilo
« Risposta #3 il: Marzo 16, 2011, 00:24:15 »

E QUI TUTTO TACE!!! MI DOMANDO IL PERCHE' APPARTE DOCUMENTI VERBALI O LINK DI SITI LOCALI NESSUNO SI ESPRIME IN MERITO!???
Loggato

SUPERc@**oLAPREMATURAAAA!!!!!!!!!!
renux
Alluccato
*
Offline Offline

Posts: 29


Ing. Ranucci Lorenzo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #4 il: Marzo 16, 2011, 10:13:04 »

 :smt010Siamo giunti alla fine senza concquistare l'obj: missione fallita  con perdite a discapito del cittadino valentanese. E' veramente penosa la situazione che si e' creata per colpa di alcuni personaggi che il cittadino dovrebbe conoscere bene e tenere lontano per la futura amministrazione. Non ritengo corretto lanciare dei comunicati con delle affermazioni come quelle di "sopruso del sindaco a spregio della legge e delle piu' basilari regole democratiche, di ostruzionismo e arroganza del Sindaco, ecc." Limitiamoci ai descivere i fatti e lasciamo giudicare il cittadino valentanese sicuramente deluso per come si sono concluse le cose. La storia andrebbe raccontata dall'inizio evidenziando i fatti che hanno veramente portato a raggiungere questo traguardo e lasciare il cittadino alle sue conclusioni. Non credo che sia necessario aggiungere altro. Un grazie a tutti coloro che con senso del dovere hanno cercato di portare a termine il mandato nel rispetto della volonta' espressa 5 anni fa dai cittadini valentanesi con il proprio voto.
Loggato

luigi
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 953



Guarda Profilo
« Risposta #5 il: Marzo 16, 2011, 10:18:43 »

quoto pienamente Renux!
Loggato
luigi
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 953



Guarda Profilo
« Risposta #6 il: Marzo 16, 2011, 12:00:32 »

Caduta del Comune di Valentano, l'amministrazione: "Ecco come stanno le cose"
Loggato
Falco
Alluccato
*
Offline Offline

Posts: 44


Vivi e lascia Vivere


Guarda Profilo
« Risposta #7 il: Marzo 16, 2011, 16:11:48 »

Non facciamo commenti di parte perché sono inutili..
Parlo da cittadino, se vi rimane un pizzico di dignità, lasciate perdere le giustificazioni . è un anno e più che in comune è un bordello; e cambia quello facciamo ricorso facciamolo un altra volta cambiamo questo anche quest’altro e poi Boooom terraaaa . . Su ciò che ha fatto l'amministrazione in questo decennio, li ci vogliono giustificazioni e addirittura le scuse a noi cittadini per la piazza in primis, compresi soldi spesi a uffo. . . E alla fine tira tira e poi se stronca tutto.
Aime orfani alla vigila del compleanno della nostra amata PATRIA
 
Loggato

Non mi paragonate alla societa io sono migliore
Irnerio
Cecco

Offline Offline

Posts: 1


Guarda Profilo
« Risposta #8 il: Marzo 16, 2011, 16:14:16 »

:smt010Siamo giunti alla fine senza concquistare l'obj: missione fallita  con perdite a discapito del cittadino valentanese. E' veramente penosa la situazione che si e' creata per colpa di alcuni personaggi che il cittadino dovrebbe conoscere bene e tenere lontano per la futura amministrazione. Non ritengo corretto lanciare dei comunicati con delle affermazioni come quelle di "sopruso del sindaco a spregio della legge e delle piu' basilari regole democratiche, di ostruzionismo e arroganza del Sindaco, ecc." Limitiamoci ai descivere i fatti e lasciamo giudicare il cittadino valentanese sicuramente deluso per come si sono concluse le cose. La storia andrebbe raccontata dall'inizio evidenziando i fatti che hanno veramente portato a raggiungere questo traguardo e lasciare il cittadino alle sue conclusioni. Non credo che sia necessario aggiungere altro. Un grazie a tutti coloro che con senso del dovere hanno cercato di portare a termine il mandato nel rispetto della volonta' espressa 5 anni fa dai cittadini valentanesi con il proprio voto.

Caro Renux,
ti stimo ed apprezzo, almeno per il ricordo che ho di te prima che il lavoro ti allontanasse da Valentano, come persona serie, ponderata e coerente. E' per tale motivo che non riesco a concliare il tuo invito ad una semplice descrizione dei fatti (suppongo quindi senza valutazioni personali) con il giudizio (mi sembra tutt'altro che positivo) espresso nei confronti di "alcuni personaggi" da cui bisognerebbe tenersi lontani.
Ritengo che chiarezza di pensiero imponga innanzitutto di nominare quei personaggi e, prima di relegarli nel ghetto dei paria, quantomeno ricordarne qualche malefatta.
Mosso questo minimo appunto, che ti invito a leggere in chiave costruttiva e non polemica, raccolgo il tuo invito ad attenersi ai fatti.
Essi possono sinteticamente essere riassunti non in quattro righe, ma in quattro pronunciamenti giurisdizionali (Tar Lazio e Consiglio di Stato sul regolamento consiliare - Tar Lazio e Consiglio di Stato sullo statuto comunale) che hanno inesorabilmente bocciato e censurato il comportamento della ex maggioranza consiliare, condannando l'amministrazione alla refusione delle spese di lite. Sono certo che avrai avuto modo di leggere le sentenze di specchiata chiarezza.
Il giudizio terzo e super partes reso da ben quattro collegi giudicanti credo possa assumersi come dato obiettivo della vicenda che di certo non depone a favore di "coloro...che hanno cercato di portare a termine il mandato nel rispetto della volontà .. dei cittadini valentanesi...".  Non ritengo, infatti, che i valentanesi avessero in animo, cinque anni fa, di rendere il nostro comune tra i più causitici.
No so a quale storia iniziale tu ti riferisca, ma ti posso garantire, avendo seguito personalmente tutti i consigli comunali -ove non ho mai avuto il piacere di incontrarti- che i giudici amministrativi hanno considerato ogni risvolto della vicenda fin dai suoi albori, passandone in rassegna tutti gli sviluppi.
Ciò detto, ritengo anch'io opportuno ringraziare l'amministrazione uscente per ciò che di buono ha fatto e che merita di esserle riconosciuto.
Tuttavia, converrai con me che una buona amministrazione presuppone sempre e in modo imprescindibile un confronto aperto, trasparente, sereno e democrtatico tra tutte le parti. L'esperienza di questa amministrazione è in senso del tutto contrario a tali principi. Per averne conferma ti sarà sufficiente leggere i verbali dei vari consigli comunali.
Sempre disponibile ad un confronto, nei limiti di tempo che (grazie al buon Dio) il lavoro vorrà concederci, ti invito ad una attenta riflessione sulla vicenda, in onore a quella tua ponderatezza di cui all'inizio ho fatto cenno.
 
 
Loggato
aleman87
Cecco

Offline Offline

Posts: 3


Guarda Profilo
« Risposta #9 il: Marzo 16, 2011, 16:32:58 »

Cos'è.. il problema è che non ha fatto abbastanza favori a tutti?? Pur non essendo di parte non credo che in questo decennio non sia stato fatto nulla.. anzi.. Purtroppo non vedo alternativa alla guida del nostro caro paese. 
Loggato
Lucullo II
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 645



Guarda Profilo
« Risposta #10 il: Marzo 16, 2011, 16:39:01 »

vedo che ognuno la racconta a modo suo. E' normale, ma pensavo di poterci capire qualcosa di +. 
Loggato

sere
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 99



Guarda Profilo
« Risposta #11 il: Marzo 16, 2011, 22:37:10 »

ve lo ricordate il "gioco del serpente" ?
si cantava una filastrocca che faceva più o meno cosi: Ecco la testa del serpente che vien giù dai monti per ritrovare la sua coda che ha perduto qui....e noi bambini, tutti in fila a formare un gran serpentone ce ne andavamo dai bambini che stavano nell'area del gioco e gli dicevamo: "ma dimmi un po sei proprio tu quel pezzettin del mio codin? " e via ad ingrossare le file finchè tutti i bambini partecipavano al gioco.

Ecco, per antitesi, la vicenda politica che ha caretterizzato l'amministrazione comunale di Valentano mi ricorda quel gioco: dieci anni fa Lella Saraconi divenne Sindaco grazie al sostegno di un'ampia maggioranza di centro destra ed all'appoggio di alcuni gruppi di centro, ma evidentemente  qualcosa non funzionò e tra il primo ed il secondo mandato si perse più di un pezzettin di codino del serpente e alcuni protagonisti di quell'esperienza formarono una lista, sostanzialmente di centro-destra,  in opposizione al Sindaco Saraconi.
Poi le elezioni, la rielezione del Sindaco ( se pur con solo la maggioranza relativa dei voti ) e dopo due anni la maggioranza si perde ben due consiglieri. A questo punto cosa avrebbe fatto il Serpente del gioco? sarebbe tornato indietro ed avrebbe chiesto: sei proprio tu il pezzettin del mio codin? evidentemente Lella Saraconi non ci aveva mai giocato, o se lo era dimenticato, cosicchè neanche un attimo si è fermata ad ascoltare le rimostranze di chi si era chiamato fuori dalla sua maggioranza, anzi! ha tentato di cambiare le regole del gioco ( n.b.: il regolamento Consigliare )per poter andare avanti.
La vicenda poi la conosciamo bene: ricorso al TAR dell'opposizione -VINTO - nuovo ricorso in opposizione al Consiglio di Sato dell'amministrazione Comunale - PERSO - nuove modifiche a Statuto e Regolamento, nuovo ricorso al TAR, nuova condanna, nuovo appello al Consiglio di Stato per chiedere la sospensione della sentenza del TAR e sospensiva negata  e l'amministrazione   di Valentano che si trova senza tre anni di bilanci e con il PUCG illegittimo e ..... ci si perde un altro pezzettin....
Ora ad essere precisi mi sembra che il vice-sindaco, in un intervista a Tusciaweb di circa 15 giorni fa' avesse esposto bene e con chiarezza le sue proposte e che con quella posizione si sarebbe potuta trovare anche una mediazione con l'opposizione ma è una strada che il Sindaco non ha voluto percorrere.

Secondo me, in questa storia non ci sono cattivi o traditori ci sono diversi modi di intendere la Politica e l'amministrazione: il modello dell'uomo solo al comando e quello partecipato e condiviso. Il rischio dell'Uomo solo al comando è quello che pur sulla strada giusta ci si perdano molti pezzi e che qualora da molti diventano troppi si vada  a casa prima del tempo.....
Loggato

"Per gli italiani la via più breve fra due punti è l'arabesco." E. Flaiano
Grond
Alluccato
*
Offline Offline

Posts: 11



Guarda Profilo
« Risposta #12 il: Marzo 17, 2011, 10:31:13 »

Non so se il Sindaco conosca il "Gioco del Serpente", io non l'ho mai sentito, evidentemente all'educazione di ognuno hanno contribuito anche i giochi d'infanzia.

Hai detto una cosa precisa: i pezzi di serpente se ne sono andati. "In cauda venenum".
Una cosa fondamentale non ti è chiara: Amministrare non è un gioco.

Chissà perché se ne sono andati tre Consiglieri? Nobili interessi pubblici o mancate realizzazioni di aspirazioni private?

Condivido, ci sono diversi modi di intendere la Politica e l'Amministrazione:
  • quello di essere al servizio della Cosa Pubblica e
  • quello di mettere la Cosa Pubblica al proprio servizio.
Loggato

Bisogna essere pronti a contraddire gli altri senza ostinazione e a lasciare, senza adirarsi, che gli altri ci contraddicano. (Cicerone)
giorg
Alluccato
*
Offline Offline

Posts: 38



Guarda Profilo
« Risposta #13 il: Marzo 17, 2011, 11:49:40 »

ma soprattutto queste storielle con la morale..c'hai un Esopo a casa che te le scrive???

e se vogliamo parlare di morale lo sai quale è la vera morale della storia..che il rischio di chi comanda e comanda bene e non da sola ma accompagnata da persone valide è solo suscitare l'invidia di molti che sanno di non poter mai fare meglio..
Loggato

..che tu possa sempre avere il vento in poppa , che il sole ti risplenda in viso e che il vento ti porti in alto a danzare con le stelle..
giorg
Alluccato
*
Offline Offline

Posts: 38



Guarda Profilo
« Risposta #14 il: Marzo 17, 2011, 11:54:09 »

errata corrige..amminstra e non comanda, perchè l'amministrazione passata ha amministrato il nostro paese..
Loggato

..che tu possa sempre avere il vento in poppa , che il sole ti risplenda in viso e che il vento ti porti in alto a danzare con le stelle..
Pagine: [1] 2 3   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.125 secondi con 21 queries.

Google ha visitato per ultimo questa pagina Novembre 08, 2020, 04:43:52
Privacy Policy

Alfeuss Site Admin & Webmaster

Piotr The Writer

Valentano.net è pubblicato sotto una Creative Commons License. Leggi il Disclaimer
LO-FI Version

MKPortal ©2003-2005 All rights reserved
Pagina generata in 0.11771 secondi con 6 query