Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.valentano.net/home/forum/Sources/Load.php on line 1276 sempre di morte si muore
Forum Community sul Comune di Valentano (VT) > Chiacchiere Curiosità Umorismo

sempre di morte si muore By: Lucullo II

Mi chiedevo... i militari sono lavoratori come gli altri (non sono più volontari). Se vanno in Afganistan, in Irak, in Croazia o altrove all'estero ci vanno in missione coi relativi trattamenti economici previsti da leggi di stato. Che fanno un mestiere che potrebbe essere rischioso è come dire che l'acqua è bagnata. Qualcuno sveglio mi spiega che differenza c'è tra l'infortunio sul lavoro di un bracciante di qualche cantiere e la morte di un militare  in missione di pace? Con Valentano non c'entra. Quindi, se fosse OT, sarebbe possibile - nonché doveroso - non rispondere
Re: sempre di lavoro si muore By: Lucullo II

aggiungo che anche per le pari opportunità c'è stato un problema di "sicurezza sul lavoro": il datore di lavoro non avrebbe ottemperato ad alcune richieste di messa in sicurezza (così dice la madre di un militare)
I cantieri sono controllati da enti appositi; chi controlla lo stato quando, come datore di lavoro, mette i suoi lavoratori di prima linea in condizioni di scarsa sicurezza? Proviamo a guardare le cose da un altro punto di vista, mettendo da parte l'emotività della "morte per la patria e per la pace"

http://www.tusciaweb.it/notizie/2009/settembre/22_41pistonami.htm
Re: sempre di morte si muore By: DjBigio

A proposito di questo tema dare un'occhiata al seguente link.....mi sembra abbastanza esaustivo e mi ha tolto le parole di bocca:

http://roma2011.blogosfere.it/2009/09/i-soldati-morti-e-i-morti-sul-lavoro-che-non-centrano-nulla.html

Ah,vorrei aggiungere un'osservazione su tutte le morti bianche dei militari tornati dalle missioni a contatto con uranio o porcherie simili....in quei casi la negligenza dello stato quale datore di lavoro (attrezzature molto più retrograde e poco idonee rispetto agli altri militari della coalizione NATO) è passato in secondo piano,anzi,se non era per striscia la notizia nessuno sapeva nulla!!!.....per la negligenza della Thyssen (tanto per citare un esempio di tragedia in azienda privata) nulla (giustamente!!!) è finito in secondo piano.....
Re: sempre di morte si muore By: Lucullo II

A proposito di questo tema dare un'occhiata al seguente link.....mi sembra abbastanza esaustivo e mi ha tolto le parole di bocca:

http://roma2011.blogosfere.it/2009/09/i-soldati-morti-e-i-morti-sul-lavoro-che-non-centrano-nulla.html


Il rischio è che le belle parole sull'abnegazione dei militari e sulle loro missioni ideali (che poi tanto ideali non sono perché rispondono sempre ad interessi economici di qualcun altro) servano a distogliere l'attenzione dalle negligenze del datore di lavoro-stato italiano che ancora una volta (come nelle guerre mondiali) rappresenta la classica ultima ruota del carro rispetto agli alleati. E se si trovano in difficoltà gli eserciti americani in guerre su territori che non conoscono, figuriamoci come devono trovarsi le truppe italiane...
Le missioni "tranquille" sono finite
Re: sempre di morte si muore By: DjBigio

Citazione
Il rischio è che le belle parole sull'abnegazione dei militari e sulle loro missioni ideali (che poi tanto ideali non sono perché rispondono sempre ad interessi economici di qualcun altro)

Se anche missioni di pace come quelle in Afghanistan hanno scopi di lucro,allora è inutile andare a portare in giro per il mondo la democrazia dove non esiste....d'altronde anche l'america ha liberato l'italia dal fascismo con aziende americane che hanno ricostruito mezza italia come contropartita....però a nessuno interessava il lato economico,l'importante era uscire dalla dittatura....non capisco perchè il popolo Afghano non possa avere lo stesso nostro diritto di vivere in democrazia,mentre noi dal di fuori ci preoccupiamo di propagandare una missione di pace come missione economica.
Re: sempre di morte si muore By: Lucullo II

....non capisco perchè il popolo Afghano non possa avere lo stesso nostro diritto di vivere in democrazia,mentre noi dal di fuori ci preoccupiamo di propagandare una missione di pace come missione economica.

A parte che gli arabi non ragionano esattamente come noi.... diciamo che i militari occidentali hanno fatto vedere loro delle cose che li ha fatti un po' ricredere sulle nostre buone intenzioni. Nel suo rapporto a Obama un generale americano ha ammesso corruzione, rapine e cose simili (se non c'era Obama non l'avremmo mai saputo). Se è così, si capisce che non abbiano tantisisma fiducia nella liberazione occidentale (se poi gli tolgono anche l'oppio.... gli fuma qualcos'altro)

LO-FI Version 1.0 by DarkWolf - Valid XHTML 1.0! - CSS 2.1!