Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.valentano.net/home/forum/Sources/Load.php on line 1276 Un ricco fanculo alla riforma scolastica
Forum Community sul Comune di Valentano (VT) > Fanculo a ......

Pagine:  1 [2] 3 4
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: luigi

Vorrei citare solo un ottimo articolo su "Il Sole 24Ore" sullla c.d. Riforma Gelmini
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: ciocchetto

Iniziamo col togliere la grande distribuzione dalla faccia della terra poi inizieremo a parlare di libero mercato.....

Buona questa... 
Per quanto sia d'accordo che la grande distribuzione ha fatto molti danni alla nostra struttura economica, basato molto sul "piccolo", purtroppo ti sarai accorto che il mondo sta andando in senso contrario...

ah,se intendi libero mercato sui farmaci sei un pò povero di idee,dato che non esiste il libero mercato sui farmaci onde evitare speculazioni sulla salute pubblica.....dal punto di vista organizzativo ti ricordo che la sanità italiana è presa a modello e invidiata da tutti....che poi chi la gestisce sono spesso incompetenti allora è un altro discorso....

Sei il solito prevenuto... 
Non mi riferivo a quello specificatamente, ma a tutta una serie di vincoli su determinate professioni (senza scomodare la tua, una per tutte: i notai) che hanno dei privilegi che finora sono risultati intoccabili.
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: ciocchetto

Tanto per farti un esempio il mio prof di chimica organica puntava il laser sullo schermo con la testa del Che Guevara.....come la chiami questa se non propaganda politica?
Per non parlare poi dei libri di storia delle scuole medie e superiori....a dir poco penosi....un paragrafo sui Gulach e Stalin,3 capitoli su nazismo e fascismo.....mah.....

Non mi ricordo se sei tu o tuo fratello ad aver frequentato il liceo di Montefiascone: ai miei tempi il professore di chimica era Mauro Di Biagio, il miglior professore che abbia mai avuto in vita mia, e lo dico con un pelo di rimpianto perché oltre ad essere stato un bravo insegnante aveva un lato umano che pochi altri "professori" hanno. Non ha mai negato né nascosto simpatie di destra (anche estrema), senza però fare apertamente propaganda. Come il professor Vincenzoni (che non ho avuto personalmente ma che ho conosciuto per altri motivi), dall'altro lato dello schieramento politico, peraltro.
Credo che il problema non sia tanto di una certa parte politica, quanto più dei singoli.
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: ciocchetto

Vorrei citare solo un ottimo articolo su "Il Sole 24Ore" sullla c.d. Riforma Gelmini

A me sembra molto molto "light"... 
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: skyer

Parto da un presupposto...da quando ho iniziato il liceo ad oggi sono passati circa 17 anni e si sono alternati i governi più disparati, di destra...centro destra...centro sinistra...sinistra...ecc...ecc...!
Ebbene, da che io mi ricordi, ogni anno...qualune sia la riforma proposta...e da chiunque fosse proposta...ci sono stati contestazioni, manifestazioni, occupazioni e scioperi!!!

Ed a ben vedere, se ipotizziamo che il totale degli studenti sia di 100 persone:

- il 60% è a favore della riforma o completamente indifferente;
- il 30% contesta solo, senza cognizione di causa, per strumentalizzazione politica o perchè così si evitano le lezioni;
- il 10% è realmente avverso e conosce nel merito la questione, manifestando consapevolmente (giuste o sbagliate che siano le argomentazioni).

Pertanto, a livello di modalità, sono decisamente contrario a tutto quanto sta accadendo in questi giorni, che porta solamente all'impossibilità di frequentare lezioni e sostenere esami per coloro i quali vogliono esercitare il loro diritto allo studio.
E' un pò come se il 10% della popolazione decidesse per il restante 90%, ledendone diritti e libertà previsti costituzionalmente. Vuoi manifestare...contestare...dimostrare il tuo disappunto...fallo in piazza...canta...balla....esponi striscioni...ma non invadere lo spazio altrui!!!

Che poi a farlo siano i professori è un'idea che solo a pensarla mi fa rabbrividire!!!La loro protesta è volta solo a salvaguardare i privilegi di cui finora hanno goduto e non a migliorare il sistema istruzione!!

Per quanto riguarda il merito della questione, poi, io credo si debba fare un distinguo:

- mi sembra che dai commenti sopra, siamo tutti d'accordo sulla necessità di cambiare e riformare l'istruzione in Italia....quindi una riforma è necessaria!!

- si può discutere sui termini; i tagli (di cui ci si riempie tanto la bocca) sono necessari: se finora, per ipotesi, alle università venivano dati 10 euro all'anno quando ne sarebbero serviti 5, adesso non ci si può lamentare se i 5 in eccesso vengono tagliati; si fa solamente ciò che avrebbe dovuto esser fatto ab origine.
Forse, ciò che sorprende, è che questi tagli siano orizzontali e indiscriminati, mentre dovrebbero esser basati sul concetto di merito che viene tanto sbandierato! Tagliare i finanziamenti a quelle spese insensate (vedi i corsi totalmente inutili di 1 o 2 studenti che non producono nessun valore aggiunto) ma mantenere i contributi a quelle fattispecie che invece sfornano teste pensanti ed in grado di farsi valere sul mondo del lavoro....ovvero tagliare la ricerca laddove è fondamentalmente inutile o mal funzionante e sostenerla dove serve o produce risultati!

Non voglio poi commentare tutte le altre contestazioni futili ed utilizzate solo per strumentalizazioni politiche quali:
- l'avversione al maestro unico (molti della nostra generazione sono cresciuti con il maestro unico e non mi sembra che siano meno istruiti o mal cresciuti rispetto ai giovani di oggi...anzi!!!);
- il grembiule per la scuola materna (io ancora ricordo quando si andava a scuola con i grembiuli...e sentivo tutti gli altri bambini uguali senza distinizioni di ceto sociale....concetto tanto caro alla sinistra!!!);
- voto di condotta (ben venga, altrimenti si cade in una pericolosa contraddizione...un giorno ci si opera per contrastare il bullismo e gli episodi di violenza ed il giorno successivo si criticano i metodi che ti impongono di comportarti come si deve!!!).


Non mi ricordo se sei tu o tuo fratello ad aver frequentato il liceo di Montefiascone: ai miei tempi il professore di chimica era Mauro Di Biagio, il miglior professore che abbia mai avuto in vita mia, e lo dico con un pelo di rimpianto perché oltre ad essere stato un bravo insegnante aveva un lato umano che pochi altri "professori" hanno. Non ha mai negato né nascosto simpatie di destra (anche estrema), senza però fare apertamente propaganda. Come il professor Vincenzoni (che non ho avuto personalmente ma che ho conosciuto per altri motivi), dall'altro lato dello schieramento politico, peraltro.
Credo che il problema non sia tanto di una certa parte politica, quanto più dei singoli.

Anche io ho avuto il mitico Mauro Di Biagio  ....ed anche io lo rimpiango enormemente...ecco gente come lui risanerebbe la scuola, indipendentemente dalle sue idee politiche!!
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: ciocchetto

Ed a ben vedere, se ipotizziamo che il totale degli studenti sia di 100 persone:

- il 60% è a favore della riforma o completamente indifferente;
- il 30% contesta solo, senza cognizione di causa, per strumentalizzazione politica o perchè così si evitano le lezioni;
- il 10% è realmente avverso e conosce nel merito la questione, manifestando consapevolmente (giuste o sbagliate che siano le argomentazioni).

Sono d'accordo su quasi tutto (diciamo che quello che può cambiare è il metodo, ma non il merito dei punti in discussione), però mi devi dire dove tiri fuori questa suddivisione in percentuali e soprattutto perché metti quelli completamente indifferenti in mezzo a chi è a favore... 
Credo comunque che il maggior numero di proteste condivisibili (le altre, quelle su grembiuli e voti sono veramente strumentali) siano quelle relative ai tagli, tanto più gravi se fatti nelle università se si colpisce solo la ricerca e non come molti dicono l'affiliazione tra professori e ricercatori.
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: skyer

Ed a ben vedere, se ipotizziamo che il totale degli studenti sia di 100 persone:

- il 60% è a favore della riforma o completamente indifferente;
- il 30% contesta solo, senza cognizione di causa, per strumentalizzazione politica o perchè così si evitano le lezioni;
- il 10% è realmente avverso e conosce nel merito la questione, manifestando consapevolmente (giuste o sbagliate che siano le argomentazioni).

Sono d'accordo su quasi tutto (diciamo che quello che può cambiare è il metodo, ma non il merito dei punti in discussione), però mi devi dire dove tiri fuori questa suddivisione in percentuali e soprattutto perché metti quelli completamente indifferenti in mezzo a chi è a favore... 
Credo comunque che il maggior numero di proteste condivisibili (le altre, quelle su grembiuli e voti sono veramente strumentali) siano quelle relative ai tagli, tanto più gravi se fatti nelle università se si colpisce solo la ricerca e non come molti dicono l'affiliazione tra professori e ricercatori.

Di certo non lavoro al'ISTAT 
Le percentuali sono basate su esperienze personali di quando mi sono trovato coinvolto in situazioni analoghe...c'era chi voleva occupare (perchè convinto delle proprie posizioni)...a chi bastava non fare lezione o che non venissero fatti gli esami (qualunque fosse il motivo)...chi voleva contestare perchè la riforma era fatta dalla sinistra e lui era di destra (o viceversa)...chi se ne fregava altamente (e subiva passivamente il corso degli eventi)...ecc...ecc...
Beh...ad occhio e croce...le ripartizioni che io ricordo si attestavano su quelle percentuali (punto più punto meno)....forse però avrei fatto meglio a mettere
la famosa "forbice" che usano per gli exit pool!!! 

P.S.: "indifferenti" ed "a favore" della riforma sono raggruppati perchè a me serviva solamente per far capire che chi occupa le università e le scuole è una sparuta minoranza rispetto a tutti gli altri che continuerebbero le lezioni normalmente!
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: luigi

Skyer non c'è andato molto lontano con le percentuali:
sondaggio
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: skyer

Skyer non c'è andato molto lontano con le percentuali:
sondaggio

HO TROVATO LAVOROOOOOOO   
Re: Un ricco fanculo alla riforma scolastica By: ciocchetto

Skyer non c'è andato molto lontano con le percentuali:
sondaggio

HO TROVATO LAVOROOOOOOO   

Sicuramente lo faresti meglio dei sondaggisti sotto le elezioni, per di più... 
Comunque anch'io sono sempre stato contrario alle manifestazioni dentro l'università o le scuole, che dovrebbero servire a ben altro. Vuoi far sciopero? ok stattene fuori e lascia entrare chi invece vuole andare a lezione.

LO-FI Version 1.0 by DarkWolf - Valid XHTML 1.0! - CSS 2.1!