Forum Community sul Comune di Valentano (VT)

Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. => Dalla Piazza => Topic iniziato da: the snow goose - Settembre 26, 2010, 22:41:02



Titolo: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 26, 2010, 22:41:02
Avete mai provato a sostare per qualche minuto in qualche abitazione di Via Marconi?
Per gli abitanti di quelle abitazioni c'è la possibilità di provare l'effetto "terremoto", basta aspettare che passi un autotreno o un autobus e si può provare la sensazione di qualche grado della scala richter o mercalli. Pensili che vibrano, piatti che sbattono, lampadari che leggermente si muovono. Per non parlare durante l'estate dell'inquinamento acustico. E' praticamente impossibile lasciare le finestre aperte e godersi un film, il telegiornale o ascoltare in tranquillità un pò di musica.
Anche questo credo che sia un problema che una qualsiasi amministrazione dovrebbe affrontare soprattutto perchè riguarda diverse decine di abitazioni e quindi di famiglie.
La domanda è: perchè non si devia la circolazione almeno degli autotreni verso la variante? Chi deve andare in direzione VT ovviamente passerebbe per la variante e proseguirebbe per Capodimonte. Chi invece deve andare in direzione Orvieto dopo aver percorso la stessa variante girerebbe per il bivio dei Felceti direzione Valentano, percorrerebbe Via del Ritiro e girerebbe per Latera.
Capisco che così descritto sembra di una semplicità francescana.
Ma perchè non si fa'?
Quali sono i vincoli burocratici (regione, provincia, anas, ecc) che rendono difficile tale progetto?
Credo che è possibile apportare modifiche alle strade  e ai bivi senza elevati investimenti. Sapete le rotatorie...verso Montalto all'incrocio con la strada per Viterbo hanno realizzato una rotatoria in poco meno di due mesi...pronta per l'estate ad evitare incidenti dei vacanzieri.
Anche qui credo che se un'amministrazione avesse la seria intenzione di risolvere il problema lo farebbe in breve tempo (1 o al massimo 2 anni). Avrebbe l'appoggio incondizionato di centinaia di abitanti. Nessuna amministrazione provinciale o regionale di fronte a tale situazione potrebbe opporsi più di tanto. Stanzierebbe i necessari fondi per risolvere il problema.
Perchè allora ciò non si è fatto?
 


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: wado87 - Settembre 26, 2010, 23:50:59
Io abito in via del ritiro e ti assicuro che anche lì passano tanti camion e altri mezzi pesanti. Per non parlare degli autobus i quali, considerando che in quella via c'è il deposito Co.tra.l., passano continuamente. Come vedi non si tratta di un problema solo di via Marconi


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: tucano - Settembre 27, 2010, 10:18:16
La domanda è: perchè non si devia la circolazione almeno degli autotreni verso la variante? Chi deve andare in direzione VT ovviamente passerebbe per la variante e proseguirebbe per Capodimonte. Chi invece deve andare in direzione Orvieto dopo aver percorso la stessa variante girerebbe per il bivio dei Felceti direzione Valentano, percorrerebbe Via del Ritiro e girerebbe per Latera.

 :smt001 Via del Ritiro è piena di abitazioni e di gente che guarda film, sente musica e vorrebbe riposare tranquillamente mica si può fare " morte tua vita mea " .
Come dice wado87 anche questa via è transitata tantissimo da qualsiasi mezzo, in piu' abbiamo il deposito Co.tra.l.
Pensa che quando andavo a scuola ( anni 80 ), la mattina venivo svegliato non dalla mia tanto amata sveglia, ma dalle vibrazioni dei vetri che provocavano i pulman lasciati accesi per fare riscaldare i motori prima della partenza.


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 27, 2010, 13:13:38
E' ovvio che il problema riguarda anche Via del Ritiro e quindi si rafforza ancora l'emergere del problema.
Per gli autobus credo non si possa fare nulla. Ovviamente dovrà necessariamente esserci almeno una fermata al centro del paese (cioè Santa Croce).
Per i mezzi pesanti bisogna fare qualcosa.
Ripeto non è soltanto un problema di rumore.
Credo, e qui se c'è un ingegnere strutturalista può dire la sua, che case costruite intorno agli anni cinquanta ormai da diversi anni sono sollecitate dal passaggio di tonnellate di peso. Le vibrazioni che si trasmettono sembrano oltretutto amplificate dal manto stradale che versa quasi costantemente (è vero che viene rifatto circa ogni 2 anni ma non dura più di 6 mesi generlamente) in condizioni pietose, pieno di buche e ritocchi con asfalto a freddo. Il perdurare di questa situazione può, credo, comportare delle fessure, delle crepe, insomma dei problemi dui carattere strutturale alle abitazioni.
Non vorrei che facendo delle prove con strumentazione adeguata sia per quanto riguarda le vibrazioni che per quanto riguarda il rumore emergesse una situazione da sgombero con tanto di deliera di urgenza da parte del Comune.
Quindi il problema rimane e va affrontato ed anche urgentemente. :smt010


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: wado87 - Settembre 27, 2010, 14:13:52
Quello che dici, implicherebbe la chiusura del paese al traffico dei mezzi pesanti......non mi sembra proprio la scelta più saggia. Quanto alle abitazioni, non mi preoccuperei più di tanto. Non sono un ingegnere, ma suppongo che la stabilità di un edificio dipenda in larga parte dalle fondamenta e non credo che il passaggio dei mezzi possa addirittura destabilizzare le fondamenta di un palazzo. AL LIMITE si potrebbe verificare la solidità degli edifici e rinforzarne la struttura, ma chiudere il traffico non è una buona idea. Pensa a un'azienda che deve inviare mezzi attraverso la cassia per es. a Latera e si trova costretta a deviare per ischia, manciano, pitigliano, casone fino latera......o magari se per qualche miracolo in tir proveniente da direzione canina riuscisse a girare giù all'eschio senza passare per il paese, visto che il traffico sarebbe chiuso, potrebbe passaer per il piano. peggio se deve arrivare ad acquapendente, ecc... poi i mezzi pubblici, chi va a scuola, chi va a lavorare e magari non ha la macchina, ne risentirebbe il poco ma buon turismo. E questi sono solo alcuni dei problemi che si presenterebbero


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: linpiao - Settembre 27, 2010, 15:15:13
 :smt009 :smt009 :smt009   per non avere disturbi dai rumori degli autobus,tir,autovetture,motorini smarmittati,per evitare che i lampadari tredicano,i vetri vibrano oppure i piatti che fanno rumore essiste un gran bel posto non lontano da Valentano l'interno della macchia dell'AMONE :smt006 :smt006 :smt006


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 27, 2010, 18:21:23
La chiusura del paese al traffico pesante la ritengo invece una scelta moooolto saggia! Vai in Toscana e vedi come in molti paesi hanno creato varianti per il traffico pesante (Monteroni D'Arbia per esempio ma se ne possono elencare altre decine).

Ripeto per traffico pesante considero solamente gli autotreni e non gli autobus di linea che sono un servizio pubblico, ovviamente.

Il turismo non ne soffre, sinceramente.

E comunque in parte bisognerebbe ripensare alla circolazione generale del paese con eventuali investimenti.

Per quanto riguarda la Selva del Lamone (e non dell'Amone) forse è necessario che ci vada ad abitare qualcun altro.


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: wado87 - Settembre 27, 2010, 20:04:11
Ammettiamo che via marconi e via del ritiro, la castrense rimarrebbe completamente esclusa. A Monteroni, hanno costruito un tratto di superstrada che passa fuori al paese, lo so perchè ci passo almeno 2 volte a settimana. A Valentano l'unica soluzione sarebbe costruire una strada che colleghi la verentana con la castrense. Ora, nel primo tuo post hai detto che il comune non accomoda nemmeno le strade che già ci sono, secondo te costruirà mai una strada de novo, che deve attraversare una zona prevalentemente collinare, quindi questo porta ad un aumento delle spese per le opportune modifiche rispetto a Monteroni o alla toscana in generale, che è pressocchè pianeggiante, solo perchè la gente si lamenta dei rumori? Poi se gli autobus rimarranno, sarà risolta solo una parte del problema


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 27, 2010, 20:08:03
E intanto risolviamo una parte del problema, direi una grossa parte. Come hanno fatto a Monteroni....e in molti altri posti della Toscana e dell'Italia del Nord.

E' un segno di civiltà, e di ordine civile, come molte altre cose.

Le risorse col tempo si trovano. Altrimenti continuiamo a tenerci i problemi e a non risolverli mai.

BASTA POCO CHE CE VO'!


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: wado87 - Settembre 27, 2010, 20:18:34
Basta solo chiedere alla provincia qualche milione di euro per la costruzione di una nuova strada e chiedere il permesso di cessione degli appezzamenti di terreno ai proprietari contadini che ci lavorano, dicendogli che dovranno cercarsi altro terreno da coltivare e altre cose che ora non mi vengono in mente a stomaco vuoto...sì dai, basta poco! Ora vado a cena. a più tardi


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: giorg - Settembre 27, 2010, 20:55:33
bè direi che forse un'intervento del genere può costare anche più del ponte sullo stretto:)..per nn parlare poi dell'enorme anello che si creerebbe intorno a valentano, tra la nuova variante e quella già esistente, con la conseguenza di una netta riduzione di passanti e dunque una netta diminuzione di possibili entrate per bar, ediciole, alimentari e via dicendo..ma in realtà l'impresa più grande sarebbe trovare un ingegnere strutturalista, forse con un ingegnere strutturista qualcosa si risolve in tempi più veloci ;)  :smt006


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 27, 2010, 23:03:12
Ovviamente come hanno fatto in tanti altri posti d'Italia, dove hanno chiesto il permesso di cessione dei terreni, hanno ottenuto finanziamenti (col dovuto tempo e con le dovute pressioni) ed hanno progettato e costruito una variante!!

E per quanto riguarda la paura che non si fermino più i passanti a prendere un aperitivo o un giornale direi che è la minima cosa...rispetto a continue sollecitazioni che subiscono gli edifici.

Forse un giorno avremo ancora un edicola, un bar e in compenso edifici pericolanti!!!

Bella prospettiva!



Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: ciocchetto - Settembre 27, 2010, 23:38:16
Avete mai provato a sostare per qualche minuto in qualche abitazione di Via Marconi?
Per gli abitanti di quelle abitazioni c'è la possibilità di provare l'effetto "terremoto", basta aspettare che passi un autotreno o un autobus e si può provare la sensazione di qualche grado della scala richter o mercalli. Pensili che vibrano, piatti che sbattono, lampadari che leggermente si muovono. Per non parlare durante l'estate dell'inquinamento acustico. E' praticamente impossibile lasciare le finestre aperte e godersi un film, il telegiornale o ascoltare in tranquillità un pò di musica.
Anche questo credo che sia un problema che una qualsiasi amministrazione dovrebbe affrontare soprattutto perchè riguarda diverse decine di abitazioni e quindi di famiglie.
La domanda è: perchè non si devia la circolazione almeno degli autotreni verso la variante? Chi deve andare in direzione VT ovviamente passerebbe per la variante e proseguirebbe per Capodimonte. Chi invece deve andare in direzione Orvieto dopo aver percorso la stessa variante girerebbe per il bivio dei Felceti direzione Valentano, percorrerebbe Via del Ritiro e girerebbe per Latera.
Capisco che così descritto sembra di una semplicità francescana.
Ma perchè non si fa'?
Quali sono i vincoli burocratici (regione, provincia, anas, ecc) che rendono difficile tale progetto?
Credo che è possibile apportare modifiche alle strade  e ai bivi senza elevati investimenti. Sapete le rotatorie...verso Montalto all'incrocio con la strada per Viterbo hanno realizzato una rotatoria in poco meno di due mesi...pronta per l'estate ad evitare incidenti dei vacanzieri.
Anche qui credo che se un'amministrazione avesse la seria intenzione di risolvere il problema lo farebbe in breve tempo (1 o al massimo 2 anni). Avrebbe l'appoggio incondizionato di centinaia di abitanti. Nessuna amministrazione provinciale o regionale di fronte a tale situazione potrebbe opporsi più di tanto. Stanzierebbe i necessari fondi per risolvere il problema.
Perchè allora ciò non si è fatto?
 

Per un semplice motivo: il costo. Una variante sulla Castrense che scavalchi Valentano è irrealizzabile se non a costi spropositati per via dell'orografia del tratto tra Latera e Canino: variante che, per salvare via Marconi e via del Ritiro, richiederebbe opere viarie imponenti quanto devastanti sull'ambiente.
Comunque parte di quello che chiedi è stato già realizzato nei primi anni '80, quando venne fatta la variante della Valle dell'Ara, evitando il passaggio dentro i paesi di Marta, Capodimonte e Valentano del traffico (pesante e non) proveniente da Viterbo-Orte (e quindi dall'A1) diretto verso il nord mediante l'Aurelia.
Prova a metterti un paio d'ora a contare i tir che passano di lì contro quelli che passano per la Castrense e pensa che avrebbe potuto essere se, come 30 anni fa, tutti i mezzi che andavano da Viterbo a Montalto fossero passati, come facevano allora, su via del Ritiro e via Marconi.


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 28, 2010, 15:53:35
Ovviamente la variante della valle dell'Ara era stata fatta per il traffico di 30 anni fa.

In considerazione del traffico attuale forse bisogna ripensare alla viabilità. Nel tempo le cose si evolvono, purtroppo in questo caso in peggio. Ma è evidente che un ragionamento in tal senso va fatto.

E' troppo costosa una variante che passa sopra il lago, vediamo almeno di far rallentare il traffico pesante, vediamo di fare un manto stradale che regga qualcosa più di 6 mesi, fonoassorbente o che eventualmente assorbe le eventuali vibrazioni.

Insomma essere così passivi di fronte ad una problematica importante non mi sembra un comportamento corretto


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: Lucullo II - Settembre 28, 2010, 16:50:03
vediamo di fare un manto stradale che regga qualcosa più di 6 mesi, fonoassorbente o che eventualmente assorbe le eventuali vibrazioni.



qui ci sono vari problemi che si sovrappongono: incompetenza tecnica di chi fa i bandi di gara; tendenza all'imbroglio da parte delle ditte; incapacità (o scarsa volontà) di verificare i lavori.... chi + ne ha + ne metta. I costi di queste cose ricadono un po' su tutti


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: Fontanaro - Settembre 28, 2010, 17:27:34
Come hanno fatto a Monteroni....e in molti altri posti della Toscana e dell'Italia del Nord.
Fare varianti stradali non è semplice (costi, impatto ambientale, etc.).
L'esempio da te portato (Monteroni) insiste su un tratto quasi pianeggiante, e nonostante ciò la Regione Toscana sta impiegando anni per realizzare le altre varianti necessarie alla Cassia (Buonconvento, Isola D'Arbia, etc.).

Per di più, una volta fatte le varianti i Comuni variano i piani regolatori riportando le case quasi a ridosso delle strade (Capodimonte, Marta): poi cosa facciamo, le varianti delle varianti? :shock:

L'unico intervento possibile attualmente è il rifacimento del manto stradale, la cui durata dipende spesso dai problemi riportati da Lucullo II... :smt009

Prova a raccogliere un po' di consensi e invia la richiesta all'ASTRAL, potrebbe non essere difficile ottenerlo.
Se poi il Comune dà una mano per la richiesta meglio ancora! :smt002


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: linpiao - Settembre 28, 2010, 18:09:29
 :smt010 :smt010 :smt010  secondo voi e soprattutto al "saccente"  e piu' difficoltoso transitare per valentano oppure andare a montalto e attraversare canino.forse non lo sapete ma canino ha finito fogli buste e francobolli per domande e progetti per la variante.li' veramente c'e il problema. in alternativa alla selva  c'e' mezzano. :smt006 :smt006 :smt006


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 28, 2010, 18:18:33
Credo che il comune per ottenere quello che dice Il Fontanaro dovrebbe farsi portavoce della problematica evidenziata e coordinare eventuali azioni.

Mi sembra corretto che un'amministrazione operi in tal senso.


In alternativa a Mezzano c'è la Foresta di Pietra della Cina sud-occidentale. Sembra che la popolazione ancora indossi la camicia verde con elegante collo alla coreana e il libretto rosso in mano.





Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: linpiao - Settembre 28, 2010, 18:37:37
 :smt010 :smt010 :smt010 saresti anche capace di trovare un ago in una pajara ma non ha fare o consigliare progetti per la variante :smt003 :smt003 :smt003


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: Alfeuss - Settembre 28, 2010, 20:53:32
Ciao the snow goose,
per inquadrare meglio il problema cortesemente ci potresti dire se:

1) hai mai chiesto un intervento ai vigili del fuoco per  valutare se ci sia realmente un rischio di cedimento strutturale del tuo immobile?

2)Prima di scrivere qui hai mai chiesto un intervento a chi di dovere?(Provincia ,Comune, o come scrive Fontanaro alll'ASTRA ? Cosa ti hanno risposto?

Perchè la storia di bloccare al traffico dei mezzi pesanti quel tratto di strada non mi è nuova.Mi ricordo di qualche petizione già fatta.

Se non erro a Capodimonte è successa una cosa analoga, per evitare problemi ai palazzi siti in via Roma è stato impedito il transito ai mezzi pesanti (Bus pubblici compresi) su quel tratto di strada.


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: ciocchetto - Settembre 28, 2010, 21:32:55
Se non erro a Capodimonte è successa una cosa analoga, per evitare problemi ai palazzi siti in via Roma è stato impedito il transito ai mezzi pesanti (Bus pubblici compresi) su quel tratto di strada.

Avevo notato infatti che ultimamente gli autobus entrano a Capodimonte dalla variante all'altezza del bivio di Piansano...


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: Fontanaro - Settembre 29, 2010, 11:29:11
Se non erro a Capodimonte è successa una cosa analoga, per evitare problemi ai palazzi siti in via Roma è stato impedito il transito ai mezzi pesanti (Bus pubblici compresi) su quel tratto di strada.

Il problema a Capodimonte aveva già una soluzione, con la variante esistente...

Escludendo la strada del piano, a Valentano ci sono solo 3 vie che collegano i due lati della Castrense: stante il fatto che il passaggio per Villa Fontane è già vietato ai mezzi pesanti, vietando loro il passaggio anche su Via Marconi rimarrebbe solo l'alternativa di Via del Ritiro, che non farebbe altro che peggiorare la situazione lì.
Con l'aggravante dei problemi di circolazione di mezzi pesanti su quel tratto (occorre ricordare qualche gravissimo incidente?)...

Per The Snow Goose: prova ad organizzare una richiesta per il rifacimento dell'asfalto, se c'è da firmare non sarà un problema trovare adesioni :smt001


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Settembre 29, 2010, 13:29:12
Ciao the snow goose,
per inquadrare meglio il problema cortesemente ci potresti dire se:

1) hai mai chiesto un intervento ai vigili del fuoco per  valutare se ci sia realmente un rischio di cedimento strutturale del tuo immobile?

2)Prima di scrivere qui hai mai chiesto un intervento a chi di dovere?(Provincia ,Comune, o come scrive Fontanaro alll'ASTRA ? Cosa ti hanno risposto?

Perchè la storia di bloccare al traffico dei mezzi pesanti quel tratto di strada non mi è nuova.Mi ricordo di qualche petizione già fatta.

Se non erro a Capodimonte è successa una cosa analoga, per evitare problemi ai palazzi siti in via Roma è stato impedito il transito ai mezzi pesanti (Bus pubblici compresi) su quel tratto di strada.


No, non ho chiesto ai vigili del fuoco un intervento. Ma ci sto pensando. E forse si potrebbe anche chiedere una consulenza della ASL per quanto riguarda l'inquinamento acustico.  Sono tutti interventi che il privato cittadino deve pagare di tasca propria.
Anche per l'ASTRAL potrebbe essere un'idea esporre loro la problematica.
Ma ammettiamo che dovessi verificare che:
- esiste inquinimaneto acustico;

- problematiche alla struttura dell'edifico nel lungo andare

un semplice privato cittadino cosa potrebbe fare in seguito?


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: Fontanaro - Settembre 30, 2010, 14:26:06
un semplice privato cittadino cosa potrebbe fare in seguito?

Bisognerebbe valutare il caso nello specifico, ma per come la vedo io l'unica cosa che può fare il cittadino è...
riparare l'immobile e insonorizzarlo...ovviamente di tasca propria :cry:.

Credo che una causa per risarcimento danni in questo caso andrebbe in porto solo in casi eccezionali, ad esempio in caso si riesca a dimostrare che la presenza di una buca per lungo tempo abbia causato l'apertura di crepe nei muri, etc...

Se ci pensi, eccezion fatta per i centri storici, quasi tutti gli edifici vengono costruiti attorno a strade esistenti:
non ci si può poi lamentare se si avvertono rumori o vibrazioni.
Se mai un giorno un giudice dovesse dare ragione ad una causa standard di questo tipo, l'Italia fallirebbe in quattro e quattr'otto :smt009

Senza andare tanto lontano, pensa solo a Canino o Gradoli, dove è praticamente impossibile pensare ad una variante:
eppure negli ultimi anni a Canino hanno costruito nuovi edifici a ridosso della Castrense.
Daresti ragione ad un inquilino di quelle abitazioni se un giorno si dovesse lamentare per vibrazioni, smog o rumori da traffico?
io no...

Ribadisco la mia idea: l'unica cosa che puoi fare è chiedere che venga rifatto l'asfalto, il che risolverebbe molti problemi.
C'è da dire poi che la velocità di transito influisce, ma un autotreno su una buca fa casino anche a 30 km/h!! :smt003

Passo e chiudo.


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: luigi - Settembre 30, 2010, 15:14:46
Quoto pienamente Fontanaro...


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: Lucullo II - Settembre 30, 2010, 17:51:32
la soluzione capodimontana era ottima. Peccato poi che hanno cominciato a costruire in prossimità della variante e su entrambi i lati. Così alla fine ci sono un sacco di attraversamenti e hanno dovuto limitare la scorrevolezza di quella ampia strada. CHe senso ha fare una strada dritta e larga 15 metri e poi limitarla a 70 km/H... Valentano-VT quasi tutto  a 70 km/h è diventato un viaggio più lungo di quel che sarebbe. Una volta si faceva in 15 minuti; ora tra traffico e limiti di velocità... è quasi come andare a Roma da VT


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: luigi - Settembre 30, 2010, 17:57:17
la soluzione capodimontana era ottima. Peccato poi che hanno cominciato a costruire in prossimità della variante e su entrambi i lati. Così alla fine ci sono un sacco di attraversamenti e hanno dovuto limitare la scorrevolezza di quella ampia strada. CHe senso ha fare una strada dritta e larga 15 metri e poi limitarla a 70 km/H... Valentano-VT quasi tutto  a 70 km/h è diventato un viaggio più lungo di quel che sarebbe. Una volta si faceva in 15 minuti; ora tra traffico e limiti di velocità... è quasi come andare a Roma da VT
Pure Marta non è stata da meno......


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: Lucullo II - Ottobre 01, 2010, 10:51:06
e infatti servirebbbe una variante dai paesi (in questi casi non sono i paesi che si devono liberare dalle macchine, ma le macchine dai paesi). Ma mettiamo dei criteri alle costruzioni: basta edilizia centrifuga e recuperiamo i centri. I costi sono anche sempre più insostenibili
Ma se non ce l'hanno ancora fatta a saltare Vetralla e Capranica sulla Cassia, penso che per il tratto della verentana non ci sono speranze.


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: linpiao - Ottobre 01, 2010, 13:56:20
 :smt006 :smt006 :smt006 condivido  pienamente il post di loculloII. in via marconi  per 12/13 ore al giorno x 37 anni ci sono stato,dire che non ci sono disagi e irreale, ma questi non sono h 24.  ci sono  dei picchi alternati a momenti di traffico normale. i dossi sarebbero una soluzione ma credo che non si possono mettere,allora autovelox fisso con limiti di velocita' molto bassi,perche'  se voi provate ha stare dietro ad un bus cotral esso scende a 70 km orari per non parlare di tir auto e motociclette :smt001 :smt001 :smt001


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: nullo - Ottobre 01, 2010, 15:22:58
Concordo pienamente con limpiao, far rispettare i limiti di velocità e nel caso di via Marconi  abbassarli a 30Km/h come si fa in tutti i paesi civili la ritengo una buona soluzione.
Credo che il limite di 70 sulla variante di Capodimonte vada più che bene, una velocità superiore ci farebbe guadagnare solo qualche secondo che non ci apporta nessun beneficio


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: linpiao - Ottobre 01, 2010, 21:38:06
 :smt006 :smt006 e da un po' di tempo che ci penso al limite di velocita in via marconi e solo "assolutamente" un autelox puo' evitare il malcontento e nello stesso tempo regalarizzare h 24 il traffico. un altro punto nevralgico che ogni volta che ci passo e parecchie volte al giorno e il bivio dei felceti praticamente dove si entra per andare al sosty per capirci. ha chi non e mai capitato di assistere a dei transiti di ogni genere di mezzi a dir poco che rasentono la follia.

 una costatazione. la mattina fino veso le sette le persone che vanno al lavoro vanno ma molto moderete.


  fino alle sette e mezzo gia' si scapicollano perche e tardi.


  dopo quellora chi transita e pari a una formula uno.


  pero' alla commenda dove c'e' lo sceriffo non c'e' trippa pe gatti "tutti piano con criterio?

  organizziamoci  e prendiamo provvedimenti "pero' quelli fattibili" :smt017 :smt017


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Novembre 05, 2010, 22:00:15
Noto con piacere che alle entrate del paese sono stati installati dei cartelli segnaletici che obbligano i mezzi pesanti a non passare per Valentano qualora debbano dirigersi in direzione Canino, Viterbo, Orvieto e/o direzione opposta.
Dai post precedenti adottare un provvedimento del genere sembrava una cosa difficilissima.
Devo solo obbiettare che la segnaletica mi sembra un pò "timida". Alcuni cartelli sono un pò piccoli e in parte quasi nascosti dalla vegetazione.

Avrei installato bei cartelli grandi alle varie entrate con lampeggianti arancioni....

Comunque meglio di niente...a Via Marconi ci saranno meno vibrazioni e meno rumori...

Complimenti per il provvedimento... :smt003


Titolo: Re: Le Vibrazioni......
Post di: the snow goose - Ottobre 03, 2011, 18:47:33
Avete mai provato a sostare per qualche minuto in qualche abitazione di Via Marconi?
Per gli abitanti di quelle abitazioni c'è la possibilità di provare l'effetto "terremoto", basta aspettare che passi un autotreno o un autobus e si può provare la sensazione di qualche grado della scala richter o mercalli. Pensili che vibrano, piatti che sbattono, lampadari che leggermente si muovono. Per non parlare durante l'estate dell'inquinamento acustico. E' praticamente impossibile lasciare le finestre aperte e godersi un film, il telegiornale o ascoltare in tranquillità un pò di musica.
Anche questo credo che sia un problema che una qualsiasi amministrazione dovrebbe affrontare soprattutto perchè riguarda diverse decine di abitazioni e quindi di famiglie.
La domanda è: perchè non si devia la circolazione almeno degli autotreni verso la variante? Chi deve andare in direzione VT ovviamente passerebbe per la variante e proseguirebbe per Capodimonte. Chi invece deve andare in direzione Orvieto dopo aver percorso la stessa variante girerebbe per il bivio dei Felceti direzione Valentano, percorrerebbe Via del Ritiro e girerebbe per Latera.
Capisco che così descritto sembra di una semplicità francescana.
Ma perchè non si fa'?
Quali sono i vincoli burocratici (regione, provincia, anas, ecc) che rendono difficile tale progetto?
Credo che è possibile apportare modifiche alle strade  e ai bivi senza elevati investimenti. Sapete le rotatorie...verso Montalto all'incrocio con la strada per Viterbo hanno realizzato una rotatoria in poco meno di due mesi...pronta per l'estate ad evitare incidenti dei vacanzieri.
Anche qui credo che se un'amministrazione avesse la seria intenzione di risolvere il problema lo farebbe in breve tempo (1 o al massimo 2 anni). Avrebbe l'appoggio incondizionato di centinaia di abitanti. Nessuna amministrazione provinciale o regionale di fronte a tale situazione potrebbe opporsi più di tanto. Stanzierebbe i necessari fondi per risolvere il problema.
Perchè allora ciò non si è fatto?
 

A proposito di rotatorie....già se ne parlava più di un anno fa.......