Forum Community sul Comune di Valentano (VT) > Fanculo a ......

Pagine:  1 [2]
Re: Un caloroso FANCULO sanità laziale By: DjBigio

Citazione
Ho letto la notizia questa mattina e sinceramente mi è rimasto un piccolo dubbio che forse potresti chiarirmi: questo ticket si applica su tutti i tipi di medicinali o soltanto per una certa tipologia?
ciao
Si applica per i medicinali di FASCIA A (ricetta rossa del ssn per intenderci) per i quali non è ancora scaduto il brevetto....quelli che non hanno generici sul mercato tanto per capirci.
Ci sono casi in cui il prezzo dei medicinali è inferiore rispetto al ticket (pensa tu che invenzione!!!) e in quel caso si paga il farmaco per intero (es EUTIROX costa circa 1,5€ in questo caso si paga il prezzo per intero del farmaco perchè inferiore al ticket)
Per i medicinali con brevetto scaduto si paga l'eventuale prezzo di riferimento della regione,mentre nulla è dovuto per i generici.
Infine sono esenti dal ticket,ma rimangono in vigore i prezzi di riferimento,gli esenti totali o invalidi o con accompagno.
Pagano 1€ di ticket i malati cronici o per patologie gravi/rare/particolari e sempre 1€ si paga per le soluzioni iniettabili come ticket aggiunto all'eventuale prezzo di riferimento.Una legislazione a parte presentano tutti i farmaci PPI (inibiori di pompa protonica,i gastro-protettori tanto per intendetrci)
Questo sommariamente è il punto della situazione....sicuramente tutto rimarrà così fino a fine anno,poi si vedrà....


Citazione
Quanto alle stutture di Acquapendente e Montefiascone, l'organizzazione attuale (con poche specializzazioni per struttura) mi pare di ricordare fosse stata decisa dall'amministrazione Storace, così come l'accentramento del pronto soccorso a Belcolle; potrei anche sbagliarmi, comunque, basta che trovi una fonte che riporti il contrario...
Non c'è bisogno di citare particolari fonti.....quello che hai detto si commenta da solo:se Storace aveva fatto male (pochi reparti specializzati),Marrazzo vorrebbe fare ancora peggio (DIMINUZIONE dei pochi reparti specializzati).
Mah,speriamo bene......


Re: Un caloroso FANCULO sanità laziale By: ciocchetto

Citazione
Quanto alle stutture di Acquapendente e Montefiascone, l'organizzazione attuale (con poche specializzazioni per struttura) mi pare di ricordare fosse stata decisa dall'amministrazione Storace, così come l'accentramento del pronto soccorso a Belcolle; potrei anche sbagliarmi, comunque, basta che trovi una fonte che riporti il contrario...
Non c'è bisogno di citare particolari fonti.....quello che hai detto si commenta da solo:se Storace aveva fatto male (pochi reparti specializzati),Marrazzo vorrebbe fare ancora peggio (DIMINUZIONE dei pochi reparti specializzati).
Mah,speriamo bene......

Non ho detto da nessuna parte che Storace ha fatto bene; lo scopo della gestione Storace era chiarissimo: trasformare gli ospedali laziali in cliniche specializzate per venderli meglio (lasciamo perdere a chi e perché, andremmo parecchio fuori tema): a Roma è riuscito nel suo intento perché il bacino di "utenza" è ben diverso dai piccoli ospedali di provincia, e quindi la loro appetibilità per possibili acquirenti era ben diversa.
E non ho detto nemmeno che Marrazzo stia facendo bene: dico solo che è un modo di gestire la cosa pubblica e i servizi di welfare che dura da tempo, e non mi piace per niente, indipendentemente dal colore di chi lo pratica.
Re: Un caloroso FANCULO sanità laziale By: ciocchetto

In questa nota ufficiale della regione Lazio sono specificate le motivazioni di quanto detto da DjBigio. Messa così la "colpa" non sembra essere solo di Marrazzo, ma visto che si parla di compartecipazione, anche il Ministero della Sanità ha le sue responsabilità. Se invece di "colpe" degli amministratori vogliamo vederci degli "intenti", che sono quelli di riduzione della spesa per le prescrizioni mediche di alcune tipologie di medicinali, come specificato nel testo che cito dal link sopra indicato:

Citazione
...Il provvedimento già pubblicato sull’ultimo numero del  Bollettino Ufficiale della Regione Lazio stabilisce la misura del contributo a carico dei cittadini relativamente ai soli farmaci “branded” cioè quelli ancora sottoposti a brevetto.

Non è prevista alcuna partecipazione alla spesa nel caso che vengano prescritti farmaci di marca ma di cui è scaduto il brevetto oppure per gli equivalenti.

In particolare, l’entità della partecipazione è fissata in 3 euro e cinquanta centesimi  per ogni confezione dispensata agli assistiti che non abbiano diritto ad alcuna delle esenzioni previste mentre scende ad un euro, sempre a confezione, per tutti coloro che godono di una esenzione solo per patologia.

Esclusi dalle misure di compartecipazione tutti i farmaci distribuiti dalle farmacie per nome e per conto della Regione. Si tratta di quelli più costosi che vengono acquistati direttamente dalla Regione e distribuiti  soltanto attraverso la rete delle farmacie...

Quanti siano numericamente i medicinali che ricadono nella categoria indicata lo ignoro, nessuno meglio di DjBigio può illuminarci in merito. La popolazione interessata, invece, è specificata nell'annuncio stampa di cui ho indicato il link.

Poi che gli effetti di questi "intenti" ricadano in parte anche su chi quelle medicine le deve comprare, beh, su questo siamo d'accordo che non può andare bene.
Re: Un caloroso FANCULO sanità laziale By: DjBigio

Il governo può solamente approvare o modificare una legge regionale,per quanto riguarda la sanità se non erro è dal 1990 che le regioni hanno pieno potere di legiferare in merito,il governo può eventualmente contestare una decisione.....ma poichè i ticket sono presenti in molte regioni italiane poco ci sarebbe da contestare da parte degli organi centrali

I farmaci a pagamento di ticket (stime di federfarma), dovrebbero colpire circa un 50% della popolazione,che non è poco!!!
Una raccomandazione:presentare SEMPRE sia al medico che al farmacista il libretto sanitario e la tessera sanitaria dato che spesso mancano nella ricetta dei dati essenziali per chi è esente o per la detrazione della spesa medica dalle tasse.....e se casualmente mancano questi dati bisogna pagare o non è possibile detrarre la spesa dalla dichiarazione dei redditi (anche qui ci sarebbe molto da dire su come è impostata la legge per la detrazione e come funziona!)
Purtroppo i mezzi di informazione a riguardo sono sempre molto restii nel dare queste notizie perchè sembra isiano di poco interesse,ma alla fine sono importanti per far risparmiare!!!

Re: Un caloroso FANCULO sanità laziale By: luigi

Tengo doveroso riportare il resoconto del consiglio provinciale convocato proprio sul tema della sanità.


LO-FI Version 1.0 by DarkWolf - Valid XHTML 1.0! - CSS 2.1!