Logo Valentano.net Logo Valentano.net
Ultimo Urlo - Inviato da: Pro Loco - Venerdì, 04 Settembre 2015 09:08
 
Forum Community sul Comune di Valentano (VT)
Aprile 07, 2020, 11:32:57 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
News: Benvenuti sul Forum di  Valentano.net
 
   Home   Help Ricerca Calendario Utenti Login Registrati  
Pagine: 1 ... 7 8 [9]   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: VIGNETTE SATIRICHE SU MAOMETTO  (Letto 58893 volte)
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #120 il: Marzo 23, 2006, 08:22:54 »

Come al solito hai voluto fare lo "sborone" (termine ormai diffuso...senza offesa)...visto che le due sigle sono perfetti sinonimi...l'una è la dicitura italiana...l'altra quella inglese...

L'IAEA è un'organizzazione internazionale, per cui la sigla corretta è quella inglese.

...ancora offese ed insinuazioni...sai parlare in altro modo?

Passi per l'insinuazione, ma quali offese ti avrei rivolto? 
Quanto ai contenuti, mi sembra di aver argomentato molto approfonditamente quello che sostengo, quindi non dire che offendo e basta, sforzati anche di capire quello che ti viene offerto da leggere.

Continuo a pensare che se un pluriomicida e un attaccabrighe cerca un fucile non lo fa per usarlo al tiro al piattello!

L'errore di fondo che evidentemente ti sfugge è che:
1) l'Iran non è un pluriomicida o un attaccabriga e a differenza di altri stati del medio oriente (ad esempio la Siria) non ha mai nemmeno manifestato intenzioni belliche, se non in questi giorni in cui è seriamente minacciata dagli Stati Uniti. Da questo punto di vista gli Stati Uniti sono molto peggio, visto che dal dopoguerra hanno scatenato una decina di conflitti in giro per il mondo per gli interessi dei soli statunitensi (Corea negli anni '50, Vietnam negli anni '60, 1° passata in Iraq nel '91, Somalia nel '92, 2° passata in Iraq nel 2003, oltre a varie ingerenze in colpi di stato in quasi tutti i continenti).
2) il combustibile atomico non è necessariamente un arma. Se volessimo dichiarare una guerra preventiva a tutti quelli che hanno la tecnologia per produrre armi nucleari, ci sarebbe una bella fila, e l'Italia sarebbe tra questi.
3) L'Iran, a differenza di Pakistan e India che le atomiche ce l'hanno già (e nel primo caso sono pure musulmani), ha il petrolio.
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
Bardino
Catarcione
***
Offline Offline

Posts: 345


Bunga..."...ce piano per culo pure i marziani...!"


Guarda Profilo
« Risposta #121 il: Marzo 23, 2006, 09:11:12 »

Se vi va torniamo a parlare di quello x cui è nato questo topic...
Cerchiamo di continuare a discutere e portare avanti un argomento a mio avviso molto interessante!

Inoltre proviamo ad accettare le idee degli altri e proponiamo spiegazioni sulle varie argomentazioni...!
                             (non che non sia stato fatto finora)

Che ne dite?!?

..Infine...gradirei sapere il parere degli altri utenti...un argomento così delicato e importante non può passare inosservato!?!?

...AXE'....         
Loggato

Puoi essere seduto sul trono più alto del mondo...ma sarai sempre e comunque seduto sul tuo culo...
gabbiano
Patacchino
**
Offline Offline

Posts: 279


meno calcio...più calci (irr)


Guarda Profilo
« Risposta #122 il: Marzo 23, 2006, 13:11:40 »

Caro ciocchetto,
1)Se l'iran è così innocente e la sua atomica indirizzata solo ad uso industriale, allora perchè non ha accettato la soluzione della russia che prevedeva di sviluppare il nucleare in russia per poi adattarlo alle centrali iraniane?

2) tornando aciò che suggerisce giustamente Bardino, perchè nessuno ha bruciato moschee quando in afghanistan hanno condannato a morte un mussulmano che ha deciso di diventare cristiano? Te lo dico io perche noi siamo un paese libero e democratico che permette a TUTTI di essere bianchi gialli verdi rossi blu mussulmani ebrei protestanti buddisti, in altre parole siamo C I V I L I  o almeno molto ma molto più civili di loro.
Loggato

gieffe
Visitatore
« Risposta #123 il: Marzo 23, 2006, 13:39:59 »

Caro ciocchetto,
1)Se l'iran è così innocente e la sua atomica indirizzata solo ad uso industriale, allora perchè non ha accettato la soluzione della russia che prevedeva di sviluppare il nucleare in russia per poi adattarlo alle centrali iraniane?

Perché è una soluzione del cavolo che conviene solo ai russi, che si sarebbero rivenduti tecnologia iraniana agli stessi iraniani. Musulmani, sì, ma mica fessi 
Anche i russi, come gli occidentali, a volte peccano di presunzione di superiorità in fatto di civiltà
Loggato
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #124 il: Marzo 23, 2006, 14:02:48 »

Ultimo mio post sull'argomento...poi effettivamente ha ragione bardino quando afferma che dalle vignette su maometto siamo passati a parlare dell'iran e degli stati uniti.

L'IAEA è un'organizzazione internazionale, per cui la sigla corretta è quella inglese.

Per scrupolo ho provato a fare qualche ricerca su internet...e devo dire che ci sono tante persone e tanti siti "disinformati" come me che la chiamano anche AIEA...proverò a contattarli per dir loro che sbagliano ed indirizzarli sulla retta via!!! 

Passi per l'insinuazione, ma quali offese ti avrei rivolto? 
Quanto ai contenuti, mi sembra di aver argomentato molto approfonditamente quello che sostengo, quindi non dire che offendo e basta, sforzati anche di capire quello che ti viene offerto da leggere.

Le offese?...solamente di far passare per verità le ie simpatie...di non conoscere l'italiano...di essere male informato sulle cose...di non capire quello che scrivi...vuoi che continuo???....se vuoipero' puoi chiamarle piu' semplicemente illazioni!!

Per quanto riguarda i contenuti, non mi sembra di aver mai sostenuto che parli a casaccio (al contrario di te)...anzi ti ho anche ribadito la mia stima per il contraddittorio istaurato visto che mi piaceva la tua gestione della questione ed il tuo modo di supportare le tue tesi...fino a quando non hai esagerato!!

L'errore di fondo che evidentemente ti sfugge è che:
1) l'Iran non è un pluriomicida o un attaccabriga e a differenza di altri stati del medio oriente (ad esempio la Siria) non ha mai nemmeno manifestato intenzioni belliche, se non in questi giorni in cui è seriamente minacciata dagli Stati Uniti. Da questo punto di vista gli Stati Uniti sono molto peggio, visto che dal dopoguerra hanno scatenato una decina di conflitti in giro per il mondo per gli interessi dei soli statunitensi (Corea negli anni '50, Vietnam negli anni '60, 1° passata in Iraq nel '91, Somalia nel '92, 2° passata in Iraq nel 2003, oltre a varie ingerenze in colpi di stato in quasi tutti i continenti).
2) il combustibile atomico non è necessariamente un arma. Se volessimo dichiarare una guerra preventiva a tutti quelli che hanno la tecnologia per produrre armi nucleari, ci sarebbe una bella fila, e l'Italia sarebbe tra questi.
3) L'Iran, a differenza di Pakistan e India che le atomiche ce l'hanno già (e nel primo caso sono pure musulmani), ha il petrolio.

Allora...vediamo:

1) Io piu' che dell'iran in sè per sè parlavo del suo nuovo "capo"...e comunque anche sul fatto che come paese sia un portavoce di pace e fratellanza avrei da ridire qualcosa.

2) Ripeto che l'energia atomica non è un'arma...ma che in mani sbagliate lo puo' diventare...ed anche in modo estremamente distruttivo e pericoloso...lo stesso discorso vale anche per gli stati uniti o per ltri...è un discorso da affrontare di volta in volta e valutando la situazione oggetiva...e lo sottolineo!

3) Vedi sopra....anche per Pakistan ed India, cosi' come per la stragrande maggioranza dei paesi mussulmani o nazioni belligeranti, penso ci sia bisogna di norme che regolano il loro accesso al nucleare...e questo non per motivi di superiorità o di razzismo (è bene ribadirlo altrimenti mi si mettono in bocca parole non dette!)...solamente in considerazione della libertà di azione che la loro etica...la loro educazione...e la loro religione gli permette...sarebbe come dare un fucile in mano a qualcuno che crede che uccidere gli altri sia giusto!

Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
ghibli
Patacchino
**
Offline Offline

Posts: 189


Guarda Profilo
« Risposta #125 il: Marzo 23, 2006, 14:21:54 »

ma vi rendete conto che tutto questo baillame è per la decantata supremazia americana? ufff.... ci vuole poco a capirlo!
Loggato

Allor che il vento contro il sole gira,
non ti fidar, perchè torna forte e spira.
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #126 il: Marzo 23, 2006, 16:10:10 »

ma vi rendete conto che tutto questo baillame è per la decantata supremazia americana? ufff.... ci vuole poco a capirlo!

Infatti, alzo la caciara perché secondo me questa tanto decantata supremazia non esiste proprio in termini morali. Gli USA sono leader mondiali nelle tecnologia, in quesi i tutti i campi, grazie ai cervelli che copiosamente importa (anche dall'Italia, visto che qui la ricerca non esiste proprio) da tutto il mondo. Ma se pensano di voler imporre il loro modello (capitalismo sfrenato) si sbagliano di grosso. Il resto del mondo, per quasi due terzi, non può sostenere il livello di consumi e di sviluppo che anche il più povero dei paesi occidentali mantiene, senza contare che le risorse nel mondo sono comunque limitate, e se tutto il mondo avesse girato al ritmo di USA e Europa nell'ultimo secolo il petrolio e altre risorse sarebbero già svanite da tempo...
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #127 il: Marzo 23, 2006, 16:24:18 »

Per scrupolo ho provato a fare qualche ricerca su internet...e devo dire che ci sono tante persone e tanti siti "disinformati" come me che la chiamano anche AIEA...proverò a contattarli per dir loro che sbagliano ed indirizzarli sulla retta via!!! 

A parte il fatto che l'ignoranza degli uomini è superiore solo alla misericordia di Dio, il fatto che google quando digiti AIEA ti riporti al sito http://www.iaea.org non è un caso, ma semplicemente frutto della statistica secondo cui tutti quelli che cercano "AIEA" finiscono poi per cliccare "IAEA", per quello il link è al primo posto. Seguono poi link a società italiane che hanno esattamente quella sigla e che nulla hanno a che vedere con l'energia atomica, a meno di non avere eczemi di origine nucleare (AIEA=Associaciazione Italiana Eczema Atomico) 

Per quanto riguarda i contenuti, non mi sembra di aver mai sostenuto che parli a casaccio (al contrario di te)...anzi ti ho anche ribadito la mia stima per il contraddittorio istaurato visto che mi piaceva la tua gestione della questione ed il tuo modo di supportare le tue tesi...fino a quando non hai esagerato!!

Va bene, lasciamo perdere le provocazioni, visto che te la prendi (si vede che non sei pratico di forum e newsgroup di internet)...

1) Io piu' che dell'iran in sè per sè parlavo del suo nuovo "capo"...e comunque anche sul fatto che come paese sia un portavoce di pace e fratellanza avrei da ridire qualcosa.

Concorderai però che anche gli USA non sono certo da prendere ad esempio, in questo senso.

2) Ripeto che l'energia atomica non è un'arma...ma che in mani sbagliate lo puo' diventare...ed anche in modo estremamente distruttivo e pericoloso...lo stesso discorso vale anche per gli stati uniti o per ltri...è un discorso da affrontare di volta in volta e valutando la situazione oggetiva...e lo sottolineo!

E chi è che decide che i francesi o gli indiani o i pakistani possono avere l'atomica e l'Iran no? Personalmente India e Pakistan mi preoccupano almeno quanto l'Iran: d'altronde non è un caso che tra loro sono in guerra per il Kashmir da quasi trent'anni.

3) Vedi sopra....anche per Pakistan ed India, cosi' come per la stragrande maggioranza dei paesi mussulmani o nazioni belligeranti, penso ci sia bisogna di norme che regolano il loro accesso al nucleare...e questo non per motivi di superiorità o di razzismo (è bene ribadirlo altrimenti mi si mettono in bocca parole non dette!)...solamente in considerazione della libertà di azione che la loro etica...la loro educazione...e la loro religione gli permette...sarebbe come dare un fucile in mano a qualcuno che crede che uccidere gli altri sia giusto!

Giusto, andiamo a togliere il fucile agli americani, allora, visto che ad ogni ostacolo che incontrano nei loro interessi internazionali prima sparano e poi chiedono...
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #128 il: Marzo 23, 2006, 16:50:52 »

Caro ciocchetto,
1)Se l'iran è così innocente e la sua atomica indirizzata solo ad uso industriale, allora perchè non ha accettato la soluzione della russia che prevedeva di sviluppare il nucleare in russia per poi adattarlo alle centrali iraniane?

Ti ha già risposto gieffe, io la penso esattamente allo stesso modo.

2) tornando aciò che suggerisce giustamente Bardino, perchè nessuno ha bruciato moschee quando in afghanistan hanno condannato a morte un mussulmano che ha deciso di diventare cristiano? Te lo dico io perche noi siamo un paese libero e democratico che permette a TUTTI di essere bianchi gialli verdi rossi blu mussulmani ebrei protestanti buddisti, in altre parole siamo C I V I L I  o almeno molto ma molto più civili di loro.

Torniamo al topic della discussione, anche se non è che parlando delle vicende dell'Iran si esce troppo dall'argomento. Lasciamo perdere discorsi di presunta superiorità della nostra civiltà rispetto a quella della fascia di influenza islamica: se pensi alla pedofilia e ad altre simpatiche "malattie" della nostra società impermoderna e ultraoccidentalizzata, c'è ben poco da ritenersi superiori. Sono d'accordo che ai nostri occhi quelle manifestazioni di bandiere e ambasciate bruciate appaiono barbare (e lo sono) e che da noi non succederebbero. Ma prova a risalire alla storia dei paesi dove l'Islam ha avuto una vasta diffusione: tutti i paesi dove oggi l'Islam è la religione della maggioranza della popolazione sono ex-colonie dei paesi occidentali, sia quelli del nord e del centro Africa, sia quelli dell'Asia, dal medio Oriente all'estremo Oriente (Indonesia, ad esempio). Il fatto che questi paesi siano stati in uno stato di profonda sottomissione (sociale e culturale) ha favorito il diffondersi dell'Islam più estremista, allo stesso modo in cui il Cristianesimo si diffuse nell'Impero Romano. Ecco, l'Islam di oggi, secondo me, vive il suo peggior Medioevo, per fare un paragone con la nostra storia: solo che c'è un problema, causato proprio dalla tecnologia: quei paesi, anche i più lontani, oggi ci vedono. I satelliti televisivi rilanciano le immagini prodotte copiosamente dai nostri media in ogni angolo del pianeta. Un Calderoli qualunque, che anche nel suo paese è solo un buffone di corte (uno che dichiara che la sua legge elettorale è una porcheria o è un demente, o un buffone), diventa un'offesa in mondovisione per l'Islam, quando indossa delle magliette raffiguranti Maometto. E' vero, sempre ai nostri occhi da occidentali, la raffigurazione irrisoria di un profeta appare una cosa trascurabile: purtroppo non è così per chi vive una sorta di medioevo; in fondo anche qui da noi, anche se in altre epoche, i roghi andavano di moda, e si finiva arrosto per molto meno...
Le vignette satiriche sono state solo una delle tante gocce di benzina buttate su un fuoco che viene tenuto acceso da anni, per tanti motivi: uno dei quali, vitale per noi occidentali, è il petrolio e i giacimenti che, purtroppo per noi, sono tutti in una determinata area geografica, e che i paesi occidentali hanno sfruttato senza darne conto a chi su quelle aree ci vive. I paesi arabi negli ultimi trent'anni hanno preso coscienza di quanto l'oro nero sia vitale per l'occidente: negli anni '70 ci fu la prima e forse l'unica vera crisi petrolifera, a seguito della quale la politica dei paesi occidentali ha effettuato controlli e ingerenze sui paesi arabi, creando una tensione continua, peggiorata dalla presenza di Israele e dalla questione palestinese: ora la corda si sta tirando un po' troppo, anche per l'apparire negli ultimi anni di elementi destabilizzanti (vedi Bin Laden & Co) che hanno colpito l'occidente dall'interno. Pensa all'11 settembre e agli effeti che ha avuto (al di là dei morti diretti dovuti al crollo delle due torri) sulla politica internazionale. Oppure alle bombe di Madrid, che hanno fortemente influenzato le elezioni in Spagna...
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
luca_
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 766


Guarda Profilo
« Risposta #129 il: Marzo 23, 2006, 17:26:41 »

solo che c'è un problema, causato proprio dalla tecnologia: quei paesi, anche i più lontani, oggi ci vedono. I satelliti televisivi rilanciano le immagini prodotte copiosamente dai nostri media in ogni angolo del pianeta. Un Calderoli qualunque, che anche nel suo paese è solo un buffone di corte (uno che dichiara che la sua legge elettorale è una porcheria o è un demente, o un buffone), diventa un'offesa in mondovisione per l'Islam, quando indossa delle magliette raffiguranti Maometto.

Sono abbastanza daccordo sul post, non tanto sul discorso che ci vedano. O meglio, nei paesi arabi viene veicolata una informazione profondamente distorta rispetto ai fatti veri che succedono qui.

Non do giudizi di valore in questa cosa. Noi facciamo la stessa identica cosa occultando le VERE immagini di quello che succede in iraq afganistan ecc ecc. Addirittura in dietrologo non tanto folle potrebbe pensare che le immagini vengano distorte dai paesi occidentali per accendere ancora di più lo scontro.

Il punto insomma è che i nuovi mezzi di informazione sono splendidi e tecnologici, ma non sono affatto veritieri, così come la rete non è affatto democratica. Il mio parere su Calderoli l'ho espresso altrove, ma penso che anche quella vicenda sia stata profondamente strumentalizzata al fine di accendere lo scontro. Insomma, dove esiste un media, sicuramente starà distorcendo la realtà in favore del suo proprietario, della pubblicità che lo paga e del pubblico che deve soddisfare.
Loggato
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #130 il: Marzo 23, 2006, 17:55:21 »

Accidenti...non ci credo nemmeno io...sono praticamente daccordo con ogni singola affermazione del post...

Una sola cosa mi sfugge...cosa intendi quando affermi che il "fuoco viene tenuto acceso da tanti anni" perchè praticamente conviene ai paesi occidentali?

Non sembra una contraddizione?...inimicarsi chi invece ci serve?
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
trap
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 112


non dire gatto se non ce l'hai nel sacco...


Guarda Profilo
« Risposta #131 il: Marzo 23, 2006, 18:14:39 »

Ragazzi un grande plauso!!!
E' stato raggiunto un grande traguardo.
Considerare i fatti odierni sulla base delle cause che li hanno generati.
Farsene un'idea osservandoli da varie angolature, a 360 gradi.
Cercare di capire prima di giudicare.
Questa secondo me è CIVILTA' e DEMOCRAZIA.
Sicuramente tutti ne traiamo un personale arricchimento culturale.
GRAZIE.
Loggato
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #132 il: Marzo 23, 2006, 21:57:16 »

Una sola cosa mi sfugge...cosa intendi quando affermi che il "fuoco viene tenuto acceso da tanti anni" perchè praticamente conviene ai paesi occidentali?

Non sembra una contraddizione?...inimicarsi chi invece ci serve?

E' ovvio che questo "fuoco" non viene tenuto acceso volontariamente, nelle intenzioni di chi controlla un paese questo fuoco non dovrebbe nemmeno esserci (sia nei paesi controllati direttamente con le armi come in Iraq, o indirettamente mediante un governo fantoccio sostenuto dall'esterno come in Arabia Saudita). A chi deve avere le risorse che quei paesi hanno sotto forma di idrocarburi interessa soprattutto che quei paesi siano facilmente "controllabili". Negli ultimi anni questo controllo è andato un po' a farsi benedire, per vari motivi, che sarebbe troppo lungo elencare: però Saddam Hussein ha cominciato ad allontanarsi dagli USA (tieni conto che fino al 1989 l'esercito iraqeno veniva regolarmente rifornito con armamenti USA per la guerra con l'Iran) e a sostenere un movimento islamico transnazionale. La sola Arabia Saudita, da sempre fedelissima agli USA, non garantiva più il controllo del Golfo Persico, importantissimo porto gigante per petroliere (a noi il gas e il petrolio arriva anche gli oleodotti e i gasdotti, negli USA ci devono andare le petroliere...) ed ecco spiegata la necessità delle due guerre in Iraq; prima per il Kuwait, e poi per i controllo del più grande giacimento di petrolio a cielo aperto, l'Iraq.
E da due anni a questa parte ci sono anche i giacimenti del mar Caspio, in territorio iraniano: il presidente iraniano non aiuta certo alla distensione, ma a lume di naso la ricerca atomica è solo un pretesto che gli Stati Uniti stanno accampando per controllare pure quello. C'è un però: l'Iran non è un paese di clan di pastori come l'Iraq: ha una tradizione militare millennaria (ricordate Serse? la Persia è stata grande quanto l'impero Romano, e anche molto prima), con un robusto supporto dei paesi dell'ex Unione Sovietica, prima tra tutti la Russia, un paese molto più moderno di quel che si crede e soprattutto, ricchissimo di risorse di ogni tipo, petrolio soprattutto. Giorgetto Cespuglio in Iran troverebbe più guai di quanti ne sta trovando in Iraq (e lì doveva essere una guerra lampo).
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
Pagine: 1 ... 7 8 [9]   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.125 secondi con 21 queries.

Google ha visitato per ultimo questa pagina Giugno 28, 2019, 07:54:35
Privacy Policy

Alfeuss Site Admin & Webmaster

Piotr The Writer

Valentano.net è pubblicato sotto una Creative Commons License. Leggi il Disclaimer
LO-FI Version

MKPortal ©2003-2005 All rights reserved
Pagina generata in 0.03693 secondi con 6 query