Logo Valentano.net Logo Valentano.net
Ultimo Urlo - Inviato da: Pro Loco - Venerdì, 04 Settembre 2015 09:08
 
Forum Community sul Comune di Valentano (VT)
Aprile 04, 2020, 19:39:06 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
Ricette tipiche valentanesi e dell'alta Tuscia
 
   Home   Help Ricerca Calendario Utenti Login Registrati  
Pagine: [1] 2 3 ... 8   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Valentano è nella zona rossa  (Letto 55974 volte)
m7
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 129



Guarda Profilo
« il: Giugno 09, 2011, 12:18:58 »

Allegata la mappa che mostra in quale zona ricade Valentano circa il rischio derivante da un'ipotetica fuga radioattiva dalla centrale di Montalto di Castro.

EVACUAZIONE IMMEDIATA

Valentano, è infatti nella cosiddetta "zona rossa", territorio nel quale il rischio in caso di incidente nucleare è massimo e l'evacuazione dell'intera popolazione è indifferibile.

Lo studio, presentato da Legambiente Lazio, è disponibile sul sito.

Ora mi aspetto che qualcuno mi dica che il nucleare oggi sarebbe più sicuro, che non dovremmo farne a meno, che forse è conveniente, che potrebbe creare occuazione. Bene, NON CI CREDO. Non sono l'unico, visto che molti paesi tecnologicamente avanzati hanno programmato un completo abbandono del nucleare e, soprattutto, visto che nel nostro paese grandi appalti e costruzioni sono preda di facili appetiti se non della solita "cricca".

Ci vediamo domenica, non voglio lasciare che scelgano altri al posto mio, dei miei figli e nipoti, delle generazioni future.

Ciao,
M/


* Evacuazione_immediata.jpg (294.94 KB, 1051x677 - visto 407 volte.)
Loggato
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #1 il: Giugno 09, 2011, 12:39:55 »

Il fatto che Valentano sia zona rossa non è argomento logico per appoggiare o meno l'energia nucleare....altrimenti sarebbe come guardare al proprio orticello e dire che se Valentano non corresse rischi, saresti d'accordo.
Sull'argomento vero e prorio, invece, se ne sono dette molte (e, spesso, a sproposito). Io sono dell'idea che bisognerebbe valutarlo in modo più approfondito e di concerto con gli altri paesi.
Ti ricordo, in proposito, che circa 30 ann fa l'Italia fu l'unico paese europeo che non aderì al nucleare. Ed immagino che tu conosca le conseguenze di quella scelta (fatta sulla scia di ciò che era accaduto a Chernobyl)....in pratica siamo l'unico paese che si è indebitato fino al collo (con tutto ciò che ne deriva) per la produzione di energia! Bella scelta abbiamo fatto....visto che poi, se dovesse scoppiare una centrale nucleare in Francia, saremmo comunque i primi ad essere coinvolti lo stesso (vedi proprio il caso Chernobyl)!
Spero solo che l'onda emozionale derivante da ciò che è accaduto in Giappone (in una realtà completamente differente da quella italiana!), non offuschi il cervello a qualcuno.
Per questo, ritengo, che sia assolutamente controproducente affidare una tal decisione ad un referendum. Magari, un tavolo di lavoro a livello europeo sarebbe da preferire.
Per quanto riguarda la "solita cricca"......beh, se è per questo, di affari  ne stanno facendo in abbondanza anche con eolico e fotovoltaico....
Se è bel tempo, credo che domenica me ne andrò a cavallo....
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
DjBigio
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 683



Guarda Profilo
« Risposta #2 il: Giugno 09, 2011, 12:52:42 »

Vorrei tanto sapere da quando lo sviluppo ha reso possibile la creazione dell'energia elettrica e delle varie fonti,il numero delle persone decedute a causa delle centrali nucleari e il numero delle persone decedute a causa delle centrali a carbone,combustibile fossile,petrolio.....naturalmente includendo l'indotto (catastrofi ambientali per la raccolta del petrolio,morti nelle miniere di carbone....)
Per quanto mi riguarda sarebbe meglio lasciar morire il referendum e prendere in considerazione il nucleare in altri momenti senza rischiare di fare le cavolate del passato....
Loggato

Versatilità,senso tattico,gioco di squadra e precisione....il pallone raggiunge l'orgasmo quando viene accarezzati dai suoi piedi!
m7
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 129



Guarda Profilo
« Risposta #3 il: Giugno 09, 2011, 12:59:49 »

Il fatto che Valentano sia zona rossa non è argomento logico per appoggiare o meno l'energia nucleare....altrimenti sarebbe come guardare al proprio orticello e dire che se Valentano non corresse rischi, saresti d'accordo.

Ti mando un link alle foto reperibili in rete che documentano in maniera inequivocabile come diventa qualsiasi orticello dopo una catastrofe nucleare. Aggiungo, se ce ne fosse bisogno, che i bimbi bielorussi li ho visti ed è anche per evitare che causiamo di nuovo sciagure simili, che ti dico di pensarci su un attimo prima di andare a cavallo.

A DjBigio non so rispondere, se non che è comunque giusto pensare a ridurre comunque l'impatto energetico di ciascuno e che qualsiasi approccio ha sempre e comunque delle ripercussioni sulla vita e sulla salute dell'uomo e del nostro pianeta. Ci sono studi e tecniche che aiutano a comprendere meglio questi meccanismi e a migliorare l'efficienza e la sostenibilità di ciascuna fonte energetica. Magari, se possibile, evitando proprio il nucleare che produce danni e scorie che durano migliaia o milioni di anni, cioè qualche ordine di grandezza maggiore della durata della vita dell'individuo.

Ciao,
M/
Loggato
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #4 il: Giugno 09, 2011, 13:13:10 »

Il fatto che Valentano sia zona rossa non è argomento logico per appoggiare o meno l'energia nucleare....altrimenti sarebbe come guardare al proprio orticello e dire che se Valentano non corresse rischi, saresti d'accordo.

Ti mando un link alle foto reperibili in rete che documentano in maniera inequivocabile come diventa qualsiasi orticello dopo una catastrofe nucleare. Aggiungo, se ce ne fosse bisogno, che i bimbi bielorussi li ho visti ed è anche per evitare che causiamo di nuovo sciagure simili, che ti dico di pensarci su un attimo prima di andare a cavallo.

Non ho bisogno di guardare foto di luoghi o di esseri umani colpiti da disastri nucleari. Credo che nessuno ne abbia bisogno. Tutti conosciamo le conseguenze di un'ipotetica sciagura.
Il discorso che facevo è diverso. La tua motivazione è assolutamente non condivisibile. Hai sbagliato la premessa, dal mio punto di vista. La circostanza che Valentano sia in zona rossa è assolutamente irrilevante. Anche qualora fosse in zona "protetta" i ragionamenti dovrebbero essere gli stessi, perchè il discorso è molto più generalizzato e di interesse globale.
E, continuo a ribadire che l'eventuale opposizione dell'Italia al nucleare sarebbe inutile se i paesi confinanti non facessero lo stesso. Il nostro paese subirebbe ugualmente tutte le conseguenze di un disastro nucleare, se questo avvenisse in Francia o in Spagna o in altri stati limitrofi. Ecco perchè sostenevo la maggiore utilità di un accordo a livello europeo.
Di contro, sarebbe l'unica a non trarne i vantaggi (come è successo finora).
Se poi vogliamo entrare nel merito, non sono nemmeno così convinto che il nucleare sia questo "spettro" che molti pubblicizzano (strumentalizzandolo). Ha ragione DjBigio....se andiamo a confrontare i danni del nucleare con quelli di altre situazioni ci renderemmo conto che sono di gran lunga inferiori....ma fa comodo presentare la realtà in modo differente.
E' un po' come il clamore che nasce quando cade un aereo o deraglia un treno e tutte le varie polemiche che nascono sulla sicurezza aviaria e ferroviaria. Non si pensa che ci sono molte più vittime pedonali o stradali....!
Per domenica....non preccuparti, ci ho pensato anche troppo e credo che una bella passeggiata a cavallo sia l'ideale! 
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
m7
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 129



Guarda Profilo
« Risposta #5 il: Giugno 09, 2011, 13:56:38 »

Il discorso che facevo è diverso. La tua motivazione è assolutamente non condivisibile. Hai sbagliato la premessa, dal mio punto di vista. La circostanza che Valentano sia in zona rossa è assolutamente irrilevante. Anche qualora fosse in zona "protetta" i ragionamenti dovrebbero essere gli stessi, perchè il discorso è molto più generalizzato e di interesse globale.
E, continuo a ribadire che l'eventuale opposizione dell'Italia al nucleare sarebbe inutile se i paesi confinanti non facessero lo stesso. Il nostro paese subirebbe ugualmente tutte le conseguenze di un disastro nucleare, se questo avvenisse in Francia o in Spagna o in altri stati limitrofi. Ecco perchè sostenevo la maggiore utilità di un accordo a livello europeo.
Non è una premessa, non serve a "motivare" un'opposizione a qualcosa, ma a informare, proprio perché Montalto di Castro è tra i siti, eppure nessuno ha il coraggio e la trasparenza di scriverlo nero su bianco. Tra l'altro è proprio l'ambiguità nelle scelte, il dire e non dire, che mi infastidisce moltissimo.
Per quanto riguarda l'accordo europeo, ben venga, cominciamo allora col dare il buon esempio, gli altri ci seguiranno (a parte che paesi come la Germania hanno preso già decisioni ben chiare, con Angela Merkel che sicuramente non è l'ultima sprovveduta in campo scientifico e in particolare quello chimico-fisico).

Se poi vogliamo entrare nel merito, non sono nemmeno così convinto che il nucleare sia questo "spettro" che molti pubblicizzano (strumentalizzandolo). Ha ragione DjBigio....se andiamo a confrontare i danni del nucleare con quelli di altre situazioni ci renderemmo conto che sono di gran lunga inferiori....ma fa comodo presentare la realtà in modo differente.
E' un po' come il clamore che nasce quando cade un aereo o deraglia un treno e tutte le varie polemiche che nascono sulla sicurezza aviaria e ferroviaria. Non si pensa che ci sono molte più vittime pedonali o stradali....!
Quando c'è un incidente si mette in sicurezza la zona, si soccorrono le persone coinvolte, si indaga sulle cause e si può sempre migliorare (magari lo si facesse più spesso) la sicurezza attiva e passiva. Per gli incidenti aerei ci sono degli organismi appositi che al termine delle indagini adottano una serie di raccomandazioni che possono arrivare all'esclusione di compagnie aeree o alla messa a terra di intere flotte. Vi è trasparenza. Quando avviene un incidente nucleare, la sua portata è di norma sottaciuta e sottovalutata, spesso nemmeno "se deve sape'"! Il resto del confronto, vi rendete conto... è comunque improponibile. Gli stessi soccorritori sanno che il loro è un sacrificio. Il territorio, non quello lontano, ma quello su cui insiste l'impianto non è nemmeno bonificabile. L'impatto su un numero imprecisato di persone è devastante, per un periodo talmente lungo da essere indefinibile. La vita lì diventa solo un ricordo.

Per domenica....non preccuparti, ci ho pensato anche troppo e credo che una bella passeggiata a cavallo sia l'ideale! 
Già, ma occhio che anche tra i cavalli ci sono sicuramente alcuni che... sono indomabili, anche se sicuramente meno dell'atomo!!!

Ciao,
M/
Loggato
robertom
Patacchino
**
Offline Offline

Posts: 175


Guarda Profilo
« Risposta #6 il: Giugno 09, 2011, 14:30:44 »

Per domenica....non preccuparti, ci ho pensato anche troppo e credo che una bella passeggiata a cavallo sia l'ideale! 

Io non ho capito una cosa... ma a votare ci vai prima o dopo essere stato a cavallo? 

A parte gli scherzi: non ti interessano nessuno dei 4 "quesiti" o non ti piace proprio il Referendum come "opzione" di voto?
Loggato

A proposito di mancanza di informazioni: [omissis] quello col "nick" strano ha detto che è tipico in comune che i portici rimangano liberi [cit.].
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #7 il: Giugno 09, 2011, 15:11:02 »

Non è una premessa, non serve a "motivare" un'opposizione a qualcosa, ma a informare, proprio perché Montalto di Castro è tra i siti, eppure nessuno ha il coraggio e la trasparenza di scriverlo nero su bianco. Tra l'altro è proprio l'ambiguità nelle scelte, il dire e non dire, che mi infastidisce moltissimo.

Non capisco se certe volte sono io a non parlare bene l'italiano o se è l'interlocutore che non lo capisce. Oppure, nessuna delle due perchè io lo parlo bene....l'interlocutore lo capisce meglio...ma fa finta di non capire.
Non è una premessa....non serve a motivare un opposizione a qualcosa....ma allora perchè nel tuo primo post hai citato la condizione di Valentano come spauracchio futuro, se non per supportare una tesi contro il nucleare. Potevi benissimo dire che andrai a votare perchè (legittimamente) sei contro e si poteva discutere sulle motivazioni. Ma sostenere che andrai a votare perchè Valentano è "zona rossa" continua a sembrarmi una motivazione irrilevante.

Per quanto riguarda l'accordo europeo, ben venga, cominciamo allora col dare il buon esempio, gli altri ci seguiranno (a parte che paesi come la Germania hanno preso già decisioni ben chiare, con Angela Merkel che sicuramente non è l'ultima sprovveduta in campo scientifico e in particolare quello chimico-fisico).

Non devi dare il buon esempio e poi sperare che gli altri ti seguano. Devi concordare un progetto contemporaneamente agli altri...altrimenti sei già "fuori". E se poi gli altri non ti seguono?

Quando c'è un incidente si mette in sicurezza la zona, si soccorrono le persone coinvolte, si indaga sulle cause e si può sempre migliorare (magari lo si facesse più spesso) la sicurezza attiva e passiva. Per gli incidenti aerei ci sono degli organismi appositi che al termine delle indagini adottano una serie di raccomandazioni che possono arrivare all'esclusione di compagnie aeree o alla messa a terra di intere flotte. Vi è trasparenza. Quando avviene un incidente nucleare, la sua portata è di norma sottaciuta e sottovalutata, spesso nemmeno "se deve sape'"! Il resto del confronto, vi rendete conto... è comunque improponibile. Gli stessi soccorritori sanno che il loro è un sacrificio. Il territorio, non quello lontano, ma quello su cui insiste l'impianto non è nemmeno bonificabile. L'impatto su un numero imprecisato di persone è devastante, per un periodo talmente lungo da essere indefinibile. La vita lì diventa solo un ricordo.

Qui proprio non c'ho capito nulla. Quale era l'obiettivo ed il significato di questo intervento? A parte l'esser di nuovo usciti fuori dal contesto "nucleare si/nucleare no" per scadere in altre questioni di sospetti e maldicenze?

Già, ma occhio che anche tra i cavalli ci sono sicuramente alcuni che... sono indomabili, anche se sicuramente meno dell'atomo!!!

Anche tra gli esseri umani ci sono alcuni che sono indomabili. Con la differenza che i cavalli non hanno la stessa malizia per le strumentalizzazioni....

 
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
Lucullo II
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 645



Guarda Profilo
« Risposta #8 il: Giugno 09, 2011, 15:27:14 »

E' uno di quei problemi che andrebbe deciso a livello internazionale. L'Italia, piccolo paese, può anche decidere di chiudere con il nucleare, ma se poi va a comprare l'energia dalla Francia che la produce con i nucleare non solo non ha risolto nulla, ma si prende in giro da sola, perché paga anche i costi maggiori della produzione di energia. Nonostante questo credo che sia importante questo referendum e ancora + importante dare un segnale preciso al governo, che prima era favorevole al nucleare e solo recentemente, per evitare ripercussioni elettorali sulla scia emotiva del Giappone, ha deciso di sospendere il programma (e che il nucleare non sia poi nemmeno conveniente è ormai risaputo). Ma mi viene anche in mente che negli anni passati la gente si era già pronunciata sul nucleare e  poi i governi hanno fatto come se niente avesse detto. A questo punto... pensiamo anche agli altri referendum: l'acqua pubblica per tutti, possibilmente senza arsenico (ma anche senza fluoro, messoci per il controllo delle menti da parte dei poteri e non per la carie come vogliono far credere); la giustizia anche se a sbagliare è un onorevole (e tanto più è onorevole maggiormente dovrebbe essere disponibile a pagare). Personalmente in genere non vado a votare, ma in questo caso forse vale la pena lo sforzo.
Per approfondimenti sul fluoro http://www.ditadifulmine.com/2009/07/il-fluoro-come-strumento-di-controllo.html
Loggato

skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #9 il: Giugno 09, 2011, 15:39:17 »

A parte gli scherzi: non ti interessano nessuno dei 4 "quesiti" o non ti piace proprio il Referendum come "opzione" di voto?

Assolutamente no.....anzi, ritengo che si tratti di argomentazioni di rilevante importanza (per almeno tre di essi).
Però, innanzittto, non credo che il referendum sia lo strumento giusto per legiferare in materia.
In secondo luogo, non penso che questo sia il momento opportuno per farlo, sulla scia della tragedia in Giappone. La mente umana è facilmente influenzabile dalle vicende recenti ed è portata a dimenticare quelle più remote.
E, infine, ritengo questo particolare referendum solamente una mossa politica contro il governo e non un servizio ai cittadini come qualcuno vorrebbe farci credere. Basti pensare ad un paio di cose di cui ho già avuto modo di discutere in altra sede con persone contrari e favorevoli:

- il quesito sul legittimo impedimento vorrebbe abrogare una norma che andrà a scadenza naturale il 10 di ottobre. Il che significa che, considerati i tempi della burocrazia italiana, nell'eventualità che il referendum sancisse l'abrogazione, tale norma verrebbe cancellata solamente un paio di settimane prima della sua naturale decadenza. Il tutto con una spesa di oltre 260.000 euro almeno (per legge, qualora il referendum raggiungesse il quorum, ai suoi proponenti lo Stato dovrebbe dare 0,52 euro per ogni votante....fatevi due calcoli sul quorum e questa è la cifra...). Quale è lo scopo di questa spesa? Nessuna logicamente plausibile, bensì una ripicca politica contro il governo...tanto per dire "ti ho battuto io, non è stato il decorso del tempo"! Senza considerare che, tra i fautori del referendum (e, di conseguenza, di questo quesito) c'è ad esempio un certo De Magistris, il quale, non appena conosciuto il risultato delle elezioni amministrative, ha pensato bene di utilizzare lo strumento del legittimo impedimento. Insomma....se conviene lo utilizzo....se non mi serve cerco di abrogarlo. Coerenza questa sconosciuta. Se non c'è malizia politica qui....

- quel che penso sul nucleare, l'ho scritto sopra e potrebbe essere approfondito, ma non sono completamente e a prescindere contro....

- sulla gestione delle acque e l'eventuale privatizzazione, ritengo che non sia del tutto sbagliata. Non perchè io voglia pagare di più l'acqua o perchè non lo ritenga un bene pubblico. Semplicemente perchè ritengo che vi possano essere forme migliori di quella attuale per gestirla. Forme che evitino sprechi e massimizzino risorse e risultati. E questo non potrà mai accadere con una gestione pubblica....visto che lo Stato è "azienda" in cronica perdita e non controllata da niente e da nessuno. Un privato, inserito nel contesto in un modo da valutare e studiare, rischierebbe capitali in prima persona e, come spesso accade nella differenza tra pubblico e privato, agirebbe in modo tale da ridurre al minimo perdite e sprechi, gaudagnandone in efficenza ed efficacia. E sempre a tal proposito, andatevi ad ascoltare le dichiarazioni del signor Bersani (altro proponente del refendum) su questo tema nel lontano (vicino!!!!) 2007...vi accorgerete di come si fa presto a cambiare idea a secondo della poltrona e della posizione che si occupa. Ritorniamo al concetto precendente...coerenza questa sconosciuta. Se non c'è malizia politica qui....

Per evitarvi troppe ricerche, vi posto questo video....http://www.youtube.com/watch?v=bjnZ9Fd5_vI&feature=share

 
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
DjBigio
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 683



Guarda Profilo
« Risposta #10 il: Giugno 09, 2011, 15:42:30 »

 Fluoro per controllare le menti....se è un'esternazione reale e non scherzosa credo proprio sarebbe il caso di aggiungerne in quantità industriali almeno qualche cervello speriamo si sviluppi a dovere!!!  
Cmq tornAndo al discorso del topic....nessuno di voi ha sentito parlare di nuove sperimentazioni su future centrali nucleari al Torio o parliamo sempre con la cognizione di causa dei nostri politici?!?!
Documentatevi perchè utilizzando il Torio al posto dell'Uranio si avrebbero vantaggi in sicurezza,rendita e abbattimento radioattivo nella meta del tempo necessario all'uranio.
Naturalmente la sperimentazione si bloccherebbe in seguito ad eventuale esito "positivo" del referendum....e la nostra piccola Italia regredisce....quei pochi cervelli che hanno bevuto parecchio fluoro gli conviene fuggire perchè qui davvero non c'è evizione e sviluppo!!!  
Loggato

Versatilità,senso tattico,gioco di squadra e precisione....il pallone raggiunge l'orgasmo quando viene accarezzati dai suoi piedi!
Lucullo II
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 645



Guarda Profilo
« Risposta #11 il: Giugno 09, 2011, 15:47:56 »

- sulla gestione delle acque e l'eventuale privatizzazione, ritengo che non sia del tutto sbagliata. Non perchè io voglia pagare di più l'acqua o perchè non lo ritenga un bene pubblico. Semplicemente perchè ritengo che vi possano essere forme migliori di quella attuale per gestirla. Forme che evitino sprechi e massimizzino risorse e risultati. E questo non potrà mai accadere con una gestione pubblica


basterebbe far pagare gli sprechi gli amministratori pubblici che ne sono responsabili. Il fatto è che dalla privatizzazione guadagnano anche gli amministratori pubblici, non sempre nella maniera più cristallina e trasparente peraltro. Se c'è uno spreco lo costringi a eliminarlo, non dai al privato la gestione, tanto più che ora come ora è molto più modernizzata e in regola  la p.a. rispetto al settore privato
Loggato

Lucullo II
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 645



Guarda Profilo
« Risposta #12 il: Giugno 09, 2011, 15:51:47 »

Fluoro per controllare le menti....se è un'esternazione reale e non scherzosa credo proprio sarebbe il caso di aggiungerne in quantità industriali almeno qualche cervello speriamo si sviluppi a dovere!!!  

guardati intorno, documentati anche su siti non propriamente istituzionali. Esistono tante realtà di cui non hai mai sospettato l'esistenza e non solo quella che ti hanno abituato a vedere. Non so quanto siano attendibili certe teorie, ma il fatto che ci siano può essere uno strumento per guardare la realtà da un altro punto di vista. Pensaci. Se poi vuoi provare di persona, basta che assumi una dose massiccia di fluoro e poi mi dici come ti senti (lo trovi anche in molti cortisonici). A noi lo danno in piccole dosi, ma se hai fretta....
Loggato

skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #13 il: Giugno 09, 2011, 15:57:56 »

basterebbe far pagare gli sprechi gli amministratori pubblici che ne sono responsabili.


Se ci riesci sei ben accetto. Sai benissimo che nel pubblico chi sbaglia non paga mai! Ma già scoprire lo sbaglio è una chimera, visto che non ci sono controlli.

tanto più che ora come ora è molto più modernizzata e in regola  la p.a. rispetto al settore privato

Questa, permettimelo senza polemica  , è la barzelletta del giorno...ma che dico, del mese....o forse addirittura dell'anno (qualcuno azzarderebbe perfino del secolo)!!! 
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
DjBigio
Semedelino
****
Offline Offline

Posts: 683



Guarda Profilo
« Risposta #14 il: Giugno 09, 2011, 16:00:23 »

Il Fluormetolone,eccellente cortisonico,ha nella sua molecola un bel Fluoro che serve a dargli una stereochimica tale da interagire al recettore preposto....se pensi che mettano il fluoro per controllare le menti anche sui cortisonici ti consiglio di documentarti su un buon libro di chimica farmaceutica....lascia stare internet per questi argomenti!
Che il fluoro ad elevate dosi faccia male è fuor di dubbio,cosi come ogni altra cosa....prova a prenderti una ventina di grammi al giorno di vitamina c (famosa per i suoi effetti positivi),poi fammi sapere come ti senti o se la racconti!
Loggato

Versatilità,senso tattico,gioco di squadra e precisione....il pallone raggiunge l'orgasmo quando viene accarezzati dai suoi piedi!
Pagine: [1] 2 3 ... 8   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.06 secondi con 20 queries.

Google ha visitato per ultimo questa pagina Maggio 07, 2019, 14:14:08
Privacy Policy

Alfeuss Site Admin & Webmaster

Piotr The Writer

Valentano.net è pubblicato sotto una Creative Commons License. Leggi il Disclaimer
LO-FI Version

MKPortal ©2003-2005 All rights reserved
Pagina generata in 0.01008 secondi con 6 query