Logo Valentano.net Logo Valentano.net
Ultimo Urlo - Inviato da: Pro Loco - Venerdì, 04 Settembre 2015 09:08
 
Forum Community sul Comune di Valentano (VT)
Aprile 20, 2021, 16:13:43 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
Qual'è il paese più bello della tuscia Viterbese?
 
   Home   Help Ricerca Calendario Utenti Login Registrati  
Pagine: [1] 2 3 ... 5   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: A queste elezioni io non voterò  (Letto 41608 volte)
oldred
Alluccato
*
Offline Offline

Posts: 11


Guarda Profilo
« il: Maggio 01, 2011, 22:52:31 »

   
Voglio scrivere questo sfogo in quanto da elettore e sostenitore del PD di Valentano mi sento profondamente deluso.
Amareggiato è dire poco.
Mi domando perché alla più  promettente giovane donna valentanese  non  sia stato dato il potere di candidarsi come sindaco. Non posso sopportare di vedere nelle tabelle elettorali della lista “l’alberone”  dei nomi che stonano,  posti in alto, non in ordine alfabetico come gli altri, scritti  in maniera del tutto antidemocratica; chiaro segnale delle future cariche che i primi due della lista andranno a ricoprire indipendentemente dalle preferenze. 

Ma che fine ha fatto il PD a Valentano? Il partito con più iscritti nel nostro paese come può permettere questo? Accecati nel cercare l’alleato perfetto per combattere il  nemico comune avete dimenticato che bastava guardare al passato per capire che questa non è la strategia giusta da seguire. A Valentano  si sa bene che questo metodo non paga.

Mi sento profondamente deluso. Non riesco  a votare l’altra lista ma non posso  nemmeno supportare chi già va gridando durante la presentazione…..Vinceremo! E’ davvero troppo per me e per chi crede nei miei stessi ideali.

Ormai è andata, mi auguro che tra 5 anni il Pd di Valentano riesca  a fare molto di meglio.
Loggato
vdp
Alluccato
*
Offline Offline

Posts: 5


Guarda Profilo
« Risposta #1 il: Maggio 02, 2011, 00:09:34 »

Non credo sia facile per nessuno trovare gli alleati ideali, d'altra parte sarebbe stato troppo facile parlare di partito arroccato su se stesso in caso contrario. Da quel che vedo un po' ovunque non è facile trovare nemmeno i candidati giusti partendo da una base omogenea che al giorno d'oggi non è patrimonio più di alcun partito. Le cosiddette liste civiche hanno dei vantaggi e degli svantaggi, riflettici su e ricorda che se sei libero anche di non votare... è proprio grazie alla democrazia. E buon 1° Maggio!
Loggato
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #2 il: Maggio 02, 2011, 11:08:12 »

   
Voglio scrivere questo sfogo in quanto da elettore e sostenitore del PD di Valentano mi sento profondamente deluso.
Amareggiato è dire poco.
Mi domando perché alla più  promettente giovane donna valentanese  non  sia stato dato il potere di candidarsi come sindaco. Non posso sopportare di vedere nelle tabelle elettorali della lista “l’alberone”  dei nomi che stonano,  posti in alto, non in ordine alfabetico come gli altri, scritti  in maniera del tutto antidemocratica; chiaro segnale delle future cariche che i primi due della lista andranno a ricoprire indipendentemente dalle preferenze. 

Ma che fine ha fatto il PD a Valentano? Il partito con più iscritti nel nostro paese come può permettere questo? Accecati nel cercare l’alleato perfetto per combattere il  nemico comune avete dimenticato che bastava guardare al passato per capire che questa non è la strategia giusta da seguire. A Valentano  si sa bene che questo metodo non paga.

Mi sento profondamente deluso. Non riesco  a votare l’altra lista ma non posso  nemmeno supportare chi già va gridando durante la presentazione…..Vinceremo! E’ davvero troppo per me e per chi crede nei miei stessi ideali.

Ormai è andata, mi auguro che tra 5 anni il Pd di Valentano riesca  a fare molto di meglio.


E' porprio questo tipo di pensiero che, a mio modestissimo parere, potrebbe rovinare Valentano.
Continuo a ripetere che chi vuol far "politica", nel senso più vero del termine, vada a Montecitorio e non a Valentano.
A me non interessa sentir parlare di PD nelle liste di Valentano.....a me non interessa sapere se il candidato è "rosso" oppure "nero"....a me interessa solo la serietà della persona!!!!
Probabilmente, invece, a te interessa solamente che ad "amministrare" il paese ci sia qualcuno del tuo stesso colore politico!!!
Se queste son le premesse, considero una fortuna che tu non vada a votare!
Per quanto riguarda il grido "vinceremo" a cui fai riferimento nel tuo post.....le tue parole dimostrano la prevenzione che hai  nel parlare, dovuta proprio alla circostanza che sei politicamente schierato e con gli occhi foderati di prosciutto (per essere gentili!).
E' stato palese per tutti che si trattava di un discorso volto a porre l'attenzione sulla bontà del progetto presentato e non di una manifestazione di presunzione! Non a caso, con eccezione della tua persona, l'intervento in oggetto ha riscosso un grosso credito e l'appoggio incondizionato dei restanti rappresentati di lista e della platea presente!

Io mi auguro che fra 5 anni tu sia di nuovo "costretto" a non votare....perchè significherebbe che Valentano è uscito fuori dall'ipocrisia "politica" ed è gestito da "persone" capaci, indipendentemente dal colore della loro bandiera!
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
sere
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 99



Guarda Profilo
« Risposta #3 il: Maggio 02, 2011, 17:50:38 »

Caro Oldred,

ti rispondo perché chiamata in causa sia come coordinatrice del PD di Valentano che direttamente, ed a questo proposito vorrei esprimerti tutta la mia gratitudine per le tue parole di stima nei miei confronti.

Le scelte politiche che hanno portato alla formazione delle lista civica l’Alberone, nascono dalla condivisione dell’esperienza di opposizione all’ Amministrazione di Raffaela Saraconi e si sono consolidate in un percorso di condivisa analisi dei problemi e delle criticità che riguardano il nostro amato paese e dalla  stretta collaborazione nell’individuare possibili soluzioni.
Da tutto questo, se pur traendo origine, come tu giustamente sottolinei,  da diverse sensibilità politiche nasce l’esperienza di una lista civica che primariamente, vuole donare a Valentano un diverso modo e stile di fare politica: lavorare insieme per il bene di tutti.

Per questo, la giusta interpretazione di un alleanza che può apparire bizzarra a chi non ha conosciuto gli attacchi alla democrazia che negli ultimi 10 anni hanno caratterizzato la vita sociale e politica nel nostro paese, va individuata  non nel tutti contro uno ma nella spinta di una sorta di CLN che si fa carico di reinserire la dimensione politica nella vita del nostro paese.

Le radici del nostro stare insieme risiedono proprio in questo, nell’amministrare per tutti senza suddividere la popolazione in cittadini di serie A – quelli che avevano votato il Solco Dritto – e cittadini di serie B – gli altri.
 Crediamo, tutti, che ci sia bisogno di costruire ponti e non fossati e ridare al confronto politico la dignità di confronto di idee e soluzioni che non gli è stata riconosciuta in questi anni.

Le grandi imprese non si fanno in solitario o con pochi amici ma tutti insieme e poiché la sfida è tanto ambiziosa: riportare la concordia e collaborazione a Valentano, intendiamo affrontarla insieme, arricchendoci delle nostre differenze.

Nessuno mi ha impedito di candidarmi a Sindaco ma la candidatura di Franco Pacchiarelli incarnava meglio questo il progetto.

Ti ringrazio per il tuo intervento che mi ha dato modo di chiarire e resto a tua disposizione per fugare altri dubbi.
Inoltre, le porte delle riunioni del PD sono aperte anche ai simpatizzanti non iscritti, ti aspettiamo quanto prima e spero che ci si veda Mercoledì 4 maggio a Villa Fontane all’iniziativa di presentazione della Lista L'Alberone, con il Sen.  Vannino Chiti


Serenella Ranucci
Candidata consigliere
Loggato

"Per gli italiani la via più breve fra due punti è l'arabesco." E. Flaiano
the snow goose
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 60


Guarda Profilo
« Risposta #4 il: Maggio 02, 2011, 20:25:03 »

Caro Oldred,

ti rispondo perché chiamata in causa sia come coordinatrice del PD di Valentano che direttamente, ed a questo proposito vorrei esprimerti tutta la mia gratitudine per le tue parole di stima nei miei confronti.

Le scelte politiche che hanno portato alla formazione delle lista civica l’Alberone, nascono dalla condivisione dell’esperienza di opposizione all’ Amministrazione di Raffaela Saraconi e si sono consolidate in un percorso di condivisa analisi dei problemi e delle criticità che riguardano il nostro amato paese e dalla  stretta collaborazione nell’individuare possibili soluzioni.
Da tutto questo, se pur traendo origine, come tu giustamente sottolinei,  da diverse sensibilità politiche nasce l’esperienza di una lista civica che primariamente, vuole donare a Valentano un diverso modo e stile di fare politica: lavorare insieme per il bene di tutti.

Per questo, la giusta interpretazione di un alleanza che può apparire bizzarra a chi non ha conosciuto gli attacchi alla democrazia che negli ultimi 10 anni hanno caratterizzato la vita sociale e politica nel nostro paese, va individuata  non nel tutti contro uno ma nella spinta di una sorta di CLN che si fa carico di reinserire la dimensione politica nella vita del nostro paese.

Le radici del nostro stare insieme risiedono proprio in questo, nell’amministrare per tutti senza suddividere la popolazione in cittadini di serie A – quelli che avevano votato il Solco Dritto – e cittadini di serie B – gli altri.
 Crediamo, tutti, che ci sia bisogno di costruire ponti e non fossati e ridare al confronto politico la dignità di confronto di idee e soluzioni che non gli è stata riconosciuta in questi anni.

Le grandi imprese non si fanno in solitario o con pochi amici ma tutti insieme e poiché la sfida è tanto ambiziosa: riportare la concordia e collaborazione a Valentano, intendiamo affrontarla insieme, arricchendoci delle nostre differenze.

Nessuno mi ha impedito di candidarmi a Sindaco ma la candidatura di Franco Pacchiarelli incarnava meglio questo il progetto.

Ti ringrazio per il tuo intervento che mi ha dato modo di chiarire e resto a tua disposizione per fugare altri dubbi.
Inoltre, le porte delle riunioni del PD sono aperte anche ai simpatizzanti non iscritti, ti aspettiamo quanto prima e spero che ci si veda Mercoledì 4 maggio a Villa Fontane all’iniziativa di presentazione della Lista L'Alberone, con il Sen.  Vannino Chiti


Serenella Ranucci
Candidata consigliere


E' una lista civica oppure ha una connotazione politica ben precisa facendo venire in campagna elettorale il senatore Chiti? Questa apparente contraddizione genera una leggera confusione....
Loggato
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #5 il: Maggio 02, 2011, 21:52:40 »

E' una lista civica oppure ha una connotazione politica ben precisa facendo venire in campagna elettorale il senatore Chiti? Questa apparente contraddizione genera una leggera confusione....

Cosa c'è di strano nel connotare politicamente una lista civica? E in ogni caso, vuoi dire che Il solco dritto non è connotata politicamente? 
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
the snow goose
Pollogno
*
Offline Offline

Posts: 60


Guarda Profilo
« Risposta #6 il: Maggio 02, 2011, 22:43:52 »

Caro Oldred,

ti rispondo perché chiamata in causa sia come coordinatrice del PD di Valentano che direttamente, ed a questo proposito vorrei esprimerti tutta la mia gratitudine per le tue parole di stima nei miei confronti.

Le scelte politiche che hanno portato alla formazione delle lista civica l’Alberone, nascono dalla condivisione dell’esperienza di opposizione all’ Amministrazione di Raffaela Saraconi e si sono consolidate in un percorso di condivisa analisi dei problemi e delle criticità che riguardano il nostro amato paese e dalla  stretta collaborazione nell’individuare possibili soluzioni.
Da tutto questo, se pur traendo origine, come tu giustamente sottolinei,  da diverse sensibilità politiche nasce l’esperienza di una lista civica che primariamente, vuole donare a Valentano un diverso modo e stile di fare politica: lavorare insieme per il bene di tutti.

Per questo, la giusta interpretazione di un alleanza che può apparire bizzarra a chi non ha conosciuto gli attacchi alla democrazia che negli ultimi 10 anni hanno caratterizzato la vita sociale e politica nel nostro paese, va individuata  non nel tutti contro uno ma nella spinta di una sorta di CLN che si fa carico di reinserire la dimensione politica nella vita del nostro paese.

Le radici del nostro stare insieme risiedono proprio in questo, nell’amministrare per tutti senza suddividere la popolazione in cittadini di serie A – quelli che avevano votato il Solco Dritto – e cittadini di serie B – gli altri.
 Crediamo, tutti, che ci sia bisogno di costruire ponti e non fossati e ridare al confronto politico la dignità di confronto di idee e soluzioni che non gli è stata riconosciuta in questi anni.

Le grandi imprese non si fanno in solitario o con pochi amici ma tutti insieme e poiché la sfida è tanto ambiziosa: riportare la concordia e collaborazione a Valentano, intendiamo affrontarla insieme, arricchendoci delle nostre differenze.

Nessuno mi ha impedito di candidarmi a Sindaco ma la candidatura di Franco Pacchiarelli incarnava meglio questo il progetto.

Ti ringrazio per il tuo intervento che mi ha dato modo di chiarire e resto a tua disposizione per fugare altri dubbi.
Inoltre, le porte delle riunioni del PD sono aperte anche ai simpatizzanti non iscritti, ti aspettiamo quanto prima e spero che ci si veda Mercoledì 4 maggio a Villa Fontane all’iniziativa di presentazione della Lista L'Alberone, con il Sen.  Vannino Chiti


Serenella Ranucci
Candidata consigliere



Cara Sere,
se tu parli di una sorta di CLN, rappresentato dalla tua lista, dall’altra parte cosa c’è una sorta di asse nazi-fascista? Siamo quindi in una sorta di guerra civile? Ma andiamo….sarebbe il caso di evitare questi parallelismi storici…..e poi si parla della “costruzione di ponti” e di grandi imprese “che non si fanno in solitario o con pochi amici”.
In questi termini non puoi parlare di “un diverso modo e stile di fare politica” anche perché andando in giro per il paese non mi sembra di aver notato un diverso stile di far politica ma di essere tornato indietro di 20 anni.
Insomma siamo alla solita contraddizione della sinistra: pur di abbattere l’avversario politico ci si allea con chiunque....
Se il PD valentanese ha le giuste idee si presenti con la persona che lo rappresenta massimamente, cioè tu, in quanto coordinatrice del partito.
Loggato
robertom
Patacchino
**
Offline Offline

Posts: 175


Guarda Profilo
« Risposta #7 il: Maggio 03, 2011, 00:00:16 »

Io mi auguro che fra 5 anni tu sia di nuovo "costretto" a non votare....perchè significherebbe che Valentano è uscito fuori dall'ipocrisia "politica" ed è gestito da "persone" capaci, indipendentemente dal colore della loro bandiera!

Preparati, tu sarai il MIO Sindaco!

Pieni poteri nella scelta dei collaboratori a patto che siano aperti ad una progettazione partecipata...

 
Loggato

A proposito di mancanza di informazioni: [omissis] quello col "nick" strano ha detto che è tipico in comune che i portici rimangano liberi [cit.].
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #8 il: Maggio 03, 2011, 09:22:12 »

E' una lista civica oppure ha una connotazione politica ben precisa facendo venire in campagna elettorale il senatore Chiti? Questa apparente contraddizione genera una leggera confusione....

Cosa c'è di strano nel connotare politicamente una lista civica? E in ogni caso, vuoi dire che Il solco dritto non è connotata politicamente?  

Beh...direi che qualcosa di strano c'è. Se trattasi di "lista civica" non trattasi di "lista politica". Anche perchè, considerando proprio le differenti esperienze politiche da cui provengono i componenti della lista in questione, si presuppone che il collante della situazione non sia rappresentato dal credo politico o dal colore della bandiera, bensì dal progetto condiviso e dalla comunione di intenti circa le priorità del paese e le modalità con cui raggiungere gli obiettivi.  
Personalmente, sono rimasto positivamente sorpreso in occasione della presentazione della lista. Non vorrei che le mie sensazioni positive si tramutassero in negative perchè qualcuno cercasse di connotare politicamente questo gruppo di persone.
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #9 il: Maggio 03, 2011, 09:24:33 »

Caro Oldred,

ti rispondo perché chiamata in causa sia come coordinatrice del PD di Valentano che direttamente, ed a questo proposito vorrei esprimerti tutta la mia gratitudine per le tue parole di stima nei miei confronti.

Le scelte politiche che hanno portato alla formazione delle lista civica l’Alberone, nascono dalla condivisione dell’esperienza di opposizione all’ Amministrazione di Raffaela Saraconi e si sono consolidate in un percorso di condivisa analisi dei problemi e delle criticità che riguardano il nostro amato paese e dalla  stretta collaborazione nell’individuare possibili soluzioni.
Da tutto questo, se pur traendo origine, come tu giustamente sottolinei,  da diverse sensibilità politiche nasce l’esperienza di una lista civica che primariamente, vuole donare a Valentano un diverso modo e stile di fare politica: lavorare insieme per il bene di tutti.

Per questo, la giusta interpretazione di un alleanza che può apparire bizzarra a chi non ha conosciuto gli attacchi alla democrazia che negli ultimi 10 anni hanno caratterizzato la vita sociale e politica nel nostro paese, va individuata  non nel tutti contro uno ma nella spinta di una sorta di CLN che si fa carico di reinserire la dimensione politica nella vita del nostro paese.

Le radici del nostro stare insieme risiedono proprio in questo, nell’amministrare per tutti senza suddividere la popolazione in cittadini di serie A – quelli che avevano votato il Solco Dritto – e cittadini di serie B – gli altri.
 Crediamo, tutti, che ci sia bisogno di costruire ponti e non fossati e ridare al confronto politico la dignità di confronto di idee e soluzioni che non gli è stata riconosciuta in questi anni.

Le grandi imprese non si fanno in solitario o con pochi amici ma tutti insieme e poiché la sfida è tanto ambiziosa: riportare la concordia e collaborazione a Valentano, intendiamo affrontarla insieme, arricchendoci delle nostre differenze.

Nessuno mi ha impedito di candidarmi a Sindaco ma la candidatura di Franco Pacchiarelli incarnava meglio questo il progetto.

Ti ringrazio per il tuo intervento che mi ha dato modo di chiarire e resto a tua disposizione per fugare altri dubbi.
Inoltre, le porte delle riunioni del PD sono aperte anche ai simpatizzanti non iscritti, ti aspettiamo quanto prima e spero che ci si veda Mercoledì 4 maggio a Villa Fontane all’iniziativa di presentazione della Lista L'Alberone, con il Sen.  Vannino Chiti


Serenella Ranucci
Candidata consigliere



Cara Sere,
se tu parli di una sorta di CLN, rappresentato dalla tua lista, dall’altra parte cosa c’è una sorta di asse nazi-fascista? Siamo quindi in una sorta di guerra civile? Ma andiamo….sarebbe il caso di evitare questi parallelismi storici…..e poi si parla della “costruzione di ponti” e di grandi imprese “che non si fanno in solitario o con pochi amici”.
In questi termini non puoi parlare di “un diverso modo e stile di fare politica” anche perché andando in giro per il paese non mi sembra di aver notato un diverso stile di far politica ma di essere tornato indietro di 20 anni.
Insomma siamo alla solita contraddizione della sinistra: pur di abbattere l’avversario politico ci si allea con chiunque....
Se il PD valentanese ha le giuste idee si presenti con la persona che lo rappresenta massimamente, cioè tu, in quanto coordinatrice del partito.


Concordo pienamente.....il paragone mi sembra fuori luogo ed eccessivamente "spinto". Tanto da fr presupporre un'ideologia politica alla base......
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #10 il: Maggio 03, 2011, 09:27:59 »

Io mi auguro che fra 5 anni tu sia di nuovo "costretto" a non votare....perchè significherebbe che Valentano è uscito fuori dall'ipocrisia "politica" ed è gestito da "persone" capaci, indipendentemente dal colore della loro bandiera!

Preparati, tu sarai il MIO Sindaco!

Pieni poteri nella scelta dei collaboratori a patto che siano aperti ad una progettazione partecipata...

 

Allora comincio ad allenarmi......
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #11 il: Maggio 03, 2011, 10:14:59 »

Cosa c'è di strano nel connotare politicamente una lista civica? E in ogni caso, vuoi dire che Il solco dritto non è connotata politicamente? 

Beh...direi che qualcosa di strano c'è.

Allora vuol dire che entrambe le liste sono "strane". Non capisco come mai la presenza di Chiti ad una conferenza organizzata da una lista stoni tanto a Snow Goose, quando sembra si sia dimenticato che all'inaugurazione della piazza appena fatta (e subito da rifare, per inciso), c'era la senatrice Laura Allegrini a tagliare il nastro, ci sono tanto di foto proprio su questo forum a ricordarlo: non è una connotazione politica della lista, quella?

Se trattasi di "lista civica" non trattasi di "lista politica". Anche perchè, considerando proprio le differenti esperienze politiche da cui provengono i componenti della lista in questione, si presuppone che il collante della situazione non sia rappresentato dal credo politico o dal colore della bandiera, bensì dal progetto condiviso e dalla comunione di intenti circa le priorità del paese e le modalità con cui raggiungere gli obiettivi. 
Personalmente, sono rimasto positivamente sorpreso in occasione della presentazione della lista. Non vorrei che le mie sensazioni positive si tramutassero in negative perchè qualcuno cercasse di connotare politicamente questo gruppo di persone.

Sono d'accordo con te nel dire che per un paese come Valentano tentare di restringere una lista ad una sola connotazione politica sia estremamente limitante, ma per quanto si voglia essere neutrali, quando una lista viene composta, le persone che la compongono connotano automaticamente ANCHE l'orientamento politico: che L'alberone sia connotata fortemente dal PD non è un mistero, come non credo sia un mistero che la lista Il solco dritto abbia una forte connotazione PdL. O sbaglio?

Facciamo una cosa, alle prossime elezioni comunali facciamo una lista insieme con un progetto ben preciso (abbiamo 5 anni per stilarlo, qualche punto io ce l'ho già e sono convinto di riuscire a convincere Luigi che ha qualche idea di tutto rispetto), così nessuno potrà dire che la nostra lista abbia una connotazione politica ben precisa... 
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #12 il: Maggio 03, 2011, 10:31:25 »

Cosa c'è di strano nel connotare politicamente una lista civica? E in ogni caso, vuoi dire che Il solco dritto non è connotata politicamente? 

Beh...direi che qualcosa di strano c'è.

Allora vuol dire che entrambe le liste sono "strane". Non capisco come mai la presenza di Chiti ad una conferenza organizzata da una lista stoni tanto a Snow Goose, quando sembra si sia dimenticato che all'inaugurazione della piazza appena fatta (e subito da rifare, per inciso), c'era la senatrice Laura Allegrini a tagliare il nastro, ci sono tanto di foto proprio su questo forum a ricordarlo: non è una connotazione politica della lista, quella?

No. Un attimo. La lista il Solco Dritto è "politicamente connotata" per espressa volontà dei suoi rappresentanti. Questo è palese. Ed infatti ritengo si tratti di una lista politica e non di una lista civica.
La lista l'Alberone, di contro, ingloba in sè diverse ideologie politiche che sono state "messe da parte" per lasciare il campo ad un'ideologia "paesana", al fine di fare il meglio per Valentano indipendentemente dallo schieramento politico per cui ogni singolo soggetto parteggia.
O, almeno, questo è l'intento che mi è sembrato di percepire in occasione della presentazione della lista e parlando a quattr'occhi con alcuni esponenti della stessa.



Se trattasi di "lista civica" non trattasi di "lista politica". Anche perchè, considerando proprio le differenti esperienze politiche da cui provengono i componenti della lista in questione, si presuppone che il collante della situazione non sia rappresentato dal credo politico o dal colore della bandiera, bensì dal progetto condiviso e dalla comunione di intenti circa le priorità del paese e le modalità con cui raggiungere gli obiettivi. 
Personalmente, sono rimasto positivamente sorpreso in occasione della presentazione della lista. Non vorrei che le mie sensazioni positive si tramutassero in negative perchè qualcuno cercasse di connotare politicamente questo gruppo di persone.

Sono d'accordo con te nel dire che per un paese come Valentano tentare di restringere una lista ad una sola connotazione politica sia estremamente limitante, ma per quanto si voglia essere neutrali, quando una lista viene composta, le persone che la compongono connotano automaticamente ANCHE l'orientamento politico: che L'alberone sia connotata fortemente dal PD non è un mistero, come non credo sia un mistero che la lista Il solco dritto abbia una forte connotazione PdL. O sbaglio?

D'accordissimo sul fatto che le singole persone, di per sè, connotano una determinata parte politica. Ma nel momento in cui, all'interno di una lista, accomuni persone che, politicamente parlando, stanno agli antipodi, non si può più determinare un orientamento politico per la lista.
Ti dirò di più. Spero che sia così....perchè nel momento in cui mi rendessi conto che questa lista fosse connotata da un'anima PD o PDL tutte le positive impressioni che ne ho ricevuto svanirebbero immediatamente.


Facciamo una cosa, alle prossime elezioni comunali facciamo una lista insieme con un progetto ben preciso (abbiamo 5 anni per stilarlo, qualche punto io ce l'ho già e sono convinto di riuscire a convincere Luigi che ha qualche idea di tutto rispetto), così nessuno potrà dire che la nostra lista abbia una connotazione politica ben precisa... 

E' proprio quel di cui stavo parlando....eheheheheh.....
Immagina io e te all'interno della stessa lista.....chi potrebbe "insinuare" che pendiamo dall'una o dall'altra parte??? 
Spero che in questo caso sia lo stesso....
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
ciocchetto
Supporter
Guitto
**
Offline Offline

Posts: 1193


Coltivate Linux, Windows si pianta da solo


Guarda Profilo WWW
« Risposta #13 il: Maggio 03, 2011, 10:46:41 »

No. Un attimo. La lista il Solco Dritto è "politicamente connotata" per espressa volontà dei suoi rappresentanti. Questo è palese. Ed infatti ritengo si tratti di una lista politica e non di una lista civica.
La lista l'Alberone, di contro, ingloba in sè diverse ideologie politiche che sono state "messe da parte" per lasciare il campo ad un'ideologia "paesana", al fine di fare il meglio per Valentano indipendentemente dallo schieramento politico per cui ogni singolo soggetto parteggia.
O, almeno, questo è l'intento che mi è sembrato di percepire in occasione della presentazione della lista e parlando a quattr'occhi con alcuni esponenti della stessa.

Permettimi di non essere d'accordo: una lista politica schiera simbolo e nome del partito, come ha fatto Luca Bellacanzone a Montefiascone, che ha scelto (secondo me in modo suicida, visto quanto stiamo dicendo sull'utilità di connotare politicamente il meno possibile una lista in un piccolo centro) di candidarsi a nome del PdL.
Poi possiamo discutere sul fatto che questa connotazione possa essere più o meno manifesta oppure più o meno dichiarata, ma una lista civica è e rimane tale.
Permettimi di ricordarti che nella lista civica "Il solco dritto" delle precedenti elezioni c'erano anche persone appartenenti ad aree politiche diverse dal PdL, pur essendo anche in quel caso fortemente connotata politicamente come una lista a prevalenza PdL: in quel caso andava bene?

D'accordissimo sul fatto che le singole persone, di per sè, connotano una determinata parte politica. Ma nel momento in cui, all'interno di una lista, accomuni persone che, politicamente parlando, stanno agli antipodi, non si può più determinare un orientamento politico per la lista.
Ti dirò di più. Spero che sia così....perchè nel momento in cui mi rendessi conto che questa lista fosse connotata da un'anima PD o PDL tutte le positive impressioni che ne ho ricevuto svanirebbero immediatamente.

Beh, allora devi essere pronto a rimanere deluso da entrambe le liste 

E' proprio quel di cui stavo parlando....eheheheheh.....
Immagina io e te all'interno della stessa lista.....chi potrebbe "insinuare" che pendiamo dall'una o dall'altra parte??? 
Spero che in questo caso sia lo stesso....

Vediamo all'atto pratico: nella precedente maggioranza la presenza di elementi di connotazione politica diversa non è stata foriera di stabilità, in effetti, ma a mio avviso doveva essere un segnale di cambiare la strada intrapresa, che non è stato ben interpretato... 
Loggato

http://www.emmeeffe.org
Con i piedi caldi e asciutti si può andare lontano ('l mi' ba')
skyer
Guitto
*****
Offline Offline

Posts: 972


solo i vili e i mediocri conoscono la sconfitta...


Guarda Profilo
« Risposta #14 il: Maggio 03, 2011, 11:03:54 »

No. Un attimo. La lista il Solco Dritto è "politicamente connotata" per espressa volontà dei suoi rappresentanti. Questo è palese. Ed infatti ritengo si tratti di una lista politica e non di una lista civica.
La lista l'Alberone, di contro, ingloba in sè diverse ideologie politiche che sono state "messe da parte" per lasciare il campo ad un'ideologia "paesana", al fine di fare il meglio per Valentano indipendentemente dallo schieramento politico per cui ogni singolo soggetto parteggia.
O, almeno, questo è l'intento che mi è sembrato di percepire in occasione della presentazione della lista e parlando a quattr'occhi con alcuni esponenti della stessa.

Permettimi di non essere d'accordo: una lista politica schiera simbolo e nome del partito, come ha fatto Luca Bellacanzone a Montefiascone, che ha scelto (secondo me in modo suicida, visto quanto stiamo dicendo sull'utilità di connotare politicamente il meno possibile una lista in un piccolo centro) di candidarsi a nome del PdL.
Poi possiamo discutere sul fatto che questa connotazione possa essere più o meno manifesta oppure più o meno dichiarata, ma una lista civica è e rimane tale.
Permettimi di ricordarti che nella lista civica "Il solco dritto" delle precedenti elezioni c'erano anche persone appartenenti ad aree politiche diverse dal PdL, pur essendo anche in quel caso fortemente connotata politicamente come una lista a prevalenza PdL: in quel caso andava bene?


Non sono io a dover dire se andava bene o meno. O meglio, credo che vada bene sia nell'uno che nell'altro caso. Sto solamente dicendo che i rappresentanti della lista l'Alberone NON VOGLIONO essere connotati come lista orientata in una certa direzione politica (al contrario della lista il Solco Dritto o della precedente amministrazione, nei qual casi sono ed erano loro stessi a sbandierare la fede che appoggiano o appoggiavano).
Sono d'accordo che il simbolo ed il nome della lista siano indice o meno di una lista politica o civica. Ma spesso, comunque, sono poi i fatti e le parole a dire se sei schierato o meno (molto più di un semplice nome o simbolo). 
E tra i due schieramenti denoto differenti volontà da questo punto di vista.....

D'accordissimo sul fatto che le singole persone, di per sè, connotano una determinata parte politica. Ma nel momento in cui, all'interno di una lista, accomuni persone che, politicamente parlando, stanno agli antipodi, non si può più determinare un orientamento politico per la lista.
Ti dirò di più. Spero che sia così....perchè nel momento in cui mi rendessi conto che questa lista fosse connotata da un'anima PD o PDL tutte le positive impressioni che ne ho ricevuto svanirebbero immediatamente.

Beh, allora devi essere pronto a rimanere deluso da entrambe le liste 

Mi rincuori.....


E' proprio quel di cui stavo parlando....eheheheheh.....
Immagina io e te all'interno della stessa lista.....chi potrebbe "insinuare" che pendiamo dall'una o dall'altra parte??? 
Spero che in questo caso sia lo stesso....

Vediamo all'atto pratico: nella precedente maggioranza la presenza di elementi di connotazione politica diversa non è stata foriera di stabilità, in effetti, ma a mio avviso doveva essere un segnale di cambiare la strada intrapresa, che non è stato ben interpretato... 

Saranno i fatti a dimostrare la bontà o meno del loro progetto (sempre che la cittadinanza valentanese decida di dar loro fiducia).
In caso contrario, verrà valutata la bontà del progetto "avversario".....
Loggato

Al peggio sono abituato...è il meglio che mi spaventa!
Pagine: [1] 2 3 ... 5   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.087 secondi con 21 queries.

Google ha visitato per ultimo questa pagina Luglio 15, 2019, 22:57:41
Privacy Policy

Alfeuss Site Admin & Webmaster

Piotr The Writer

Valentano.net è pubblicato sotto una Creative Commons License. Leggi il Disclaimer
LO-FI Version

MKPortal ©2003-2005 All rights reserved
Pagina generata in 0.0186 secondi con 6 query