Logo Valentano.net Logo Valentano.net
Ultimo Urlo - Inviato da: Pro Loco - Venerdì, 04 Settembre 2015 09:08
 
Forum Community sul Comune di Valentano (VT)
Luglio 15, 2020, 10:13:13 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
Valentano Negli Occhi; tante FOTO da vedere,ammirare,commentare.
 
  Home Help Ricerca Calendario Utenti Login Registrati  
  Mostra Posts
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 64
16  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / L'accademia della Crusca si arrende a VelaVictor/Linpiao il: Gennaio 14, 2015, 14:41:34
L’Accademia della Crusca si arrende: “Scrivete qual è con l’apostrofo e andatevene affanculo”
http://www.lercio.it/laccademia-della-crusca-si-arrende-scrivete-qual-lapostrofo-andatevene-affanculo/
17  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Perchè far lavorare a Valentano solo ditte del paese è sbagliato il: Gennaio 13, 2015, 11:56:07
David Ricardo uno degli economisti più "dimenticati" dalla storia per primo ha introdotti il concetto di vantaggio comparato. Lo ha introdotto tra due stati ma può essere facilmente ridotto al commercio tra due città, due aziende, ecc.
Visto che è un concetto decisamente difficile per chi non "mastica" l'economica vi allego le vignette della graphic novel "Economix" (qui il sito )
Quindi la prossima volta che sentirete dire "dobbiamo comperare solo Italiano" oppure "meglio far lavorare un'impresa del posto che una di fuori" pensato a Ricardo.
18  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Re: Auguri di Buon Anno dal gruppo consiliare " IL SOLCO DRITTO" il: Gennaio 13, 2015, 10:05:00
luigi ho letto tutti i tuoi post,e non mi sembri molto +++mansueto+++, e +++sprovveduto+++ per non capire..

Mansueto è un termine che non mi aggrada molto. Me lo prendo con chi vuol far passare una cosa per un'altra.
Sprovveduto... sorvolo...
Ho fatto delle domande, puoi rispondere gentilmente? Altrimenti è solo fuffa.
19  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Re: gli auguri del comune.................. il: Gennaio 12, 2015, 09:53:52
Una piccola domanda: come mai gli altri comuni, secondo l'indagine de IlSole24Ore aumentano i loro investimenti di oltre il 21% mentre Valentano non ci riesce ?
20  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Re: Auguri di Buon Anno dal gruppo consiliare " IL SOLCO DRITTO" il: Gennaio 12, 2015, 09:37:10
ho rivisto tutti i vostri post,non entro in merito se giusti ho sbagliati.poi sciolti come la nebbia al sole.di logica le istituzioni glia auguri le danno per il S, Natale,  poi aggiungono anno nuovo e la befana.
c'è qualcosa che non mi quadra.comunque ci siete sempre,ma e meglio starci tutti i giorni,vedere osservare e far operare.lo so' che siete opposizione e tanto non potete.................cordialmente...............
Non rispondo a nome del gruppo consigliare ma a titolo personale. Molti passaggi non li ho capiti, e mi scuso se eventualmente fosse colpa mia. In particolare:
Citazione
"poi sciolti come la nebbia al sole"
Citazione
c'è qualcosa che non mi quadra.
chiedi e ti sarà risposto (semicit.)
Citazione
.lo so' che siete opposizione e tanto non potete
anche l'opposizione ha i suoi strumenti per operare, tranquillo.
21  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Eventi, manifestazioni, sagre, concerti nella Tuscia Viterbese / 3 gennaio ore 17 Sala Conferenze di Valentano l'associazione Enzima presenta... il: Gennaio 03, 2015, 12:05:42
Sabato 3 gennaio, alle ore 17, la Sala delle Conferenze di Valentano ospita l’evento     Sabato 3 gennaio, alle ore 17, la Sala delle Conferenze di Valentano ospita l’evento     “Il Sesto Senso… il Lago – musica, parole e arte”, evento artistico culturale dedicato al lago di Bolsena.
L’evento, ideato dall’associazione culturale Enzima, vuole accendere i riflettori sul lago di Bolsena attraverso un percorso sensoriale. Durante la serata infatti esploreremo il nostro lago con  il tatto, l’olfatto, la vista, l’udito ed il gusto, per arrivare a percepire il lago attraverso il nostro sesto senso, quello più intuitivo.
L’evento sarà presentato da Felicita Menghini di Biagio, biologa, studiosa della famiglia Farnese ma soprattutto profonda conoscitrice di queste terre, e vedrà la partecipazione di Vera Risi con il suo romanzo ambientato sul lago, finalista al Premio Letterario Città di Assisi. Tra gli altri protagonisti dell’evento Maria Paola Perosillo, Valter Cucchiari e gli artisti Ireneo con la sua installazione multipla, Mariele con le sue tele e lo scultore Cesare Brozzini.
 
Ma cos’è Enzima?
L’enzima è una proteina che agisce come acceleratore di reazioni biologiche.
Ogni volta che un enzima si combina con una sostanza specifica la trasforma in una sostanza diversa. Gli enzimi sono essenziali per il benessere dell’organismo.
 
Ecco perché nasce Enzima: per tentare di trasformare, in meglio, tutto ciò con cui entra in contatto. Enzima vuole contaminarsi, combinarsi, intrecciarsi, fondersi, e trasformare così, ciò che lo circonda, in benessere: mentale, fisico, culturale.

Enzima  nasce nell’autunno del 2013, progetto e sperimentazione di alcuni amanti dell’arte e della cultura che vivono intorno al lago di Bolsena.

L'idea nasce dal desiderio di confronto. L’obiettivo diventa non solo produrre arte e cultura da condividere, ma anche esplorare nuove vie espressive e stimolare soluzioni interpretative innovative.

Gli ideatori e gli esecutori sono forti delle loro esperienze diverse che mettono a disposizione del gruppo. Pittura, scrittura, teatro, musica, fotografia sono viste con uno sguardo collettivo, nell'ambito del quale però emergono sempre le identità, le vocazioni espressive ed il singolo sentire di ogni componente del gruppo.

Enzima fa così il suo primo ingresso nel panorama culturale locale creando l’evento “Il Sesto Senso… Il Lago”, mettendo al centro dell’attenzione il lago di Bolsena.

Uno degli obiettivi cardine dell’evento è la sensibilizzazione verso il lago di Bolsena dal punto di vista della sua fragilità ambientale.
Il lago è malato, ha bisogno di cure, e l’arte e la cultura devono farsi promotori di un’azione di recupero che salvi il lago e il suo habitat.

Ma l’evento vuole anche favorire nuovi processi creativi, smantellando gli schemi rigidi dell'arte istituzionale in favore di una prospettiva di dialogo ed esplorazione, possibile grazie alle innumerevoli sfaccettature espressive del gruppo.

In virtù di questo desiderio di vicinanza tra arte, cittadini e territorio, Enzima propone un evento che esalti i cinque sensi coinvolgendo dunque gli spettatori in un ruolo più attivo. Ascoltare, sfiorare, osservare, assaporare, odorare. Gli spettatori faranno così un percorso sensoriale che li porterà a contatto diretto con il lago. Il tutto attraverso opere pittoriche, testi poetici, video musicali ed immagini tratte da un romanzo d’avventura ambientato proprio sulle rive del lago di Bolsena.  Ed infine… sapori, per scoprire, alla fine di questo viaggio sensoriale, che chi vive sul lago è dotato di un sesto senso, ovvero di quella capacità di avvertire qualcosa in più, quella sensibilità più raffinata che nasce dal saper essere a contatto con la natura, in sintonia con essa.

E allora, sintonizzatevi con il lago e con… Enzima.

Il Sesto Senso… Il Lago

Una serata di arte e sapori per scoprire
che è possibile esplorare il lago di Bolsena
attraverso i cinque sensi.

L’installazione multipla di Ireneo
Il romanzo d’avventura di Vera Risi (edizioni Ghaleb)
Le illustrazioni in bianco e nero di Alan Brison
I ritratti di Mariele
le sculture di Cesare Brozzini

Presenta:
Felicita Menghini di Biagio

Con la partecipazione di:
Maria Paola Perosillo (voce)
Valter Cucchiari (chitarra)

Una serata per vivere il lago di Bolsena attraverso la vista, l’udito, il tatto, l’olfatto e, infine… il gusto con una ricca degustazione di tortelli e vino!, evento artistico culturale dedicato al lago di Bolsena.
L’evento, ideato dall’associazione culturale Enzima, vuole accendere i riflettori sul lago di Bolsena attraverso un percorso sensoriale. Durante la serata infatti esploreremo il nostro lago con  il tatto, l’olfatto, la vista, l’udito ed il gusto, per arrivare a percepire il lago attraverso il nostro sesto senso, quello più intuitivo.
L’evento sarà presentato da Felicita Menghini di Biagio, biologa, studiosa della famiglia Farnese ma soprattutto profonda conoscitrice di queste terre, e vedrà la partecipazione di Vera Risi con il suo romanzo ambientato sul lago, finalista al Premio Letterario Città di Assisi. Tra gli altri protagonisti dell’evento Maria Paola Perosillo, Valter Cucchiari e gli artisti Ireneo con la sua installazione multipla, Mariele con le sue tele e lo scultore Cesare Brozzini.
 
Ma cos’è Enzima?
L’enzima è una proteina che agisce come acceleratore di reazioni biologiche.
Ogni volta che un enzima si combina con una sostanza specifica la trasforma in una sostanza diversa. Gli enzimi sono essenziali per il benessere dell’organismo.
 
Ecco perché nasce Enzima: per tentare di trasformare, in meglio, tutto ciò con cui entra in contatto. Enzima vuole contaminarsi, combinarsi, intrecciarsi, fondersi, e trasformare così, ciò che lo circonda, in benessere: mentale, fisico, culturale.

Enzima  nasce nell’autunno del 2013, progetto e sperimentazione di alcuni amanti dell’arte e della cultura che vivono intorno al lago di Bolsena.

L'idea nasce dal desiderio di confronto. L’obiettivo diventa non solo produrre arte e cultura da condividere, ma anche esplorare nuove vie espressive e stimolare soluzioni interpretative innovative.

Gli ideatori e gli esecutori sono forti delle loro esperienze diverse che mettono a disposizione del gruppo. Pittura, scrittura, teatro, musica, fotografia sono viste con uno sguardo collettivo, nell'ambito del quale però emergono sempre le identità, le vocazioni espressive ed il singolo sentire di ogni componente del gruppo.

Enzima fa così il suo primo ingresso nel panorama culturale locale creando l’evento “Il Sesto Senso… Il Lago”, mettendo al centro dell’attenzione il lago di Bolsena.

Uno degli obiettivi cardine dell’evento è la sensibilizzazione verso il lago di Bolsena dal punto di vista della sua fragilità ambientale.
Il lago è malato, ha bisogno di cure, e l’arte e la cultura devono farsi promotori di un’azione di recupero che salvi il lago e il suo habitat.

Ma l’evento vuole anche favorire nuovi processi creativi, smantellando gli schemi rigidi dell'arte istituzionale in favore di una prospettiva di dialogo ed esplorazione, possibile grazie alle innumerevoli sfaccettature espressive del gruppo.

In virtù di questo desiderio di vicinanza tra arte, cittadini e territorio, Enzima propone un evento che esalti i cinque sensi coinvolgendo dunque gli spettatori in un ruolo più attivo. Ascoltare, sfiorare, osservare, assaporare, odorare. Gli spettatori faranno così un percorso sensoriale che li porterà a contatto diretto con il lago. Il tutto attraverso opere pittoriche, testi poetici, video musicali ed immagini tratte da un romanzo d’avventura ambientato proprio sulle rive del lago di Bolsena.  Ed infine… sapori, per scoprire, alla fine di questo viaggio sensoriale, che chi vive sul lago è dotato di un sesto senso, ovvero di quella capacità di avvertire qualcosa in più, quella sensibilità più raffinata che nasce dal saper essere a contatto con la natura, in sintonia con essa.

E allora, sintonizzatevi con il lago e con… Enzima.

Il Sesto Senso… Il Lago

Una serata di arte e sapori per scoprire
che è possibile esplorare il lago di Bolsena
attraverso i cinque sensi.

L’installazione multipla di Ireneo
Il romanzo d’avventura di Vera Risi (edizioni Ghaleb)
Le illustrazioni in bianco e nero di Alan Brison
I ritratti di Mariele
le sculture di Cesare Brozzini

Presenta:
Felicita Menghini di Biagio

Con la partecipazione di:
Maria Paola Perosillo (voce)
Valter Cucchiari (chitarra)

Una serata per vivere il lago di Bolsena attraverso la vista, l’udito, il tatto, l’olfatto e, infine… il gusto con una ricca degustazione di tortelli e vino!

http://www.occhioviterbese.it/occhioviterbese_v2/da-non-perdere-id-27441-titolo-Enzima-presenta--Il-Sesto-Senso----il-Lago---musica-parole-e-arte--Presso-la-Sala-delle-Conferenze-a-Valentano.html
22  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Re: gli auguri del comune.................. il: Dicembre 26, 2014, 16:04:49
Ci sarà un paese bellissimo...
23  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Eventi, manifestazioni, sagre, concerti nella Tuscia Viterbese / Re: Mostra Immagini della Vergine - Viterbo - Palazzo dei Papi 17/12/14 al 01/02/15 il: Dicembre 26, 2014, 11:16:37
L'attribuzione della "Madonna con il Bambino, San Giuseppe e le Anime Purganti" del pittore Corrado Giaquinto è stata possibile dietro il duro lavoro dello storico Valentanese (nonchè amico) Romualdo Luzi. Nel catalogo è riportata anche la storia della commessa al Giaquinto da parte della Comunità di Valentano

Per quanto riguarda "La Madonna dei sette dolori con i Santi Francesco, Giuseppe, Antonio Abate e Chiara" è uno dei dipinti che facevano parte della Chiesa di S. Antonio (anche questo studio fatto da Romualdo Luzi con Bonafede Mancini) , poi passato alla Chiesa del Gonfalone (ora Santa Croce).

Non vi svelo di più perchè vi toglierei il gusto della mostra e dell'interessante catalogo (Costo € 7,00)
24  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Eventi, manifestazioni, sagre, concerti nella Tuscia Viterbese / Mostra Immagini della Vergine - Viterbo - Palazzo dei Papi 17/12/14 al 01/02/15 il: Dicembre 26, 2014, 10:13:57
In occasione di queste feste (ma anche successivamente visto che la mostra si terrà fino al 01 febbraio prossimo) vi invito a vedere la Mostra "Immagini della Vergine - Dipinti dal territorio della Diocesi di Viterbo" che si tiene al Palazzo Papale di Viterbo (con ingresso gratuito).
Nella stupenda cornice del Palazzo Papale si possono vedere alcuni dipinti di notevole pregio ed uno stupendo gonfalone.
Il Comune di Valentano (ringrazio per questo l'Amministrazione) ha prestato due opere:
 La Madonna con il Bambino, San Giuseppe e le Anime Purganti del pittore Corrado Giaquinto
 La Madonna dei sette dolori con i Santi Francesco, Giuseppe, Antonio Abate e Chiara opera del pittore Anastasio Fontebuoni
Nella mostra sono presenti anche opere pregevoli appartenenti a Farnese, Grotte di Castro e Latera oltre ad altri paesi della Tuscia.
L'ottimo catalogo ha un'ampia descrizione delle opere e dei singoli pittori.
25  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Imu agricola, da M5s emendamenti per cancellarla il: Dicembre 10, 2014, 16:40:11
http://www.tusciaweb.eu/2014/12/imu-agricola-m5s-emendamenti-per-cancellarla/
26  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Riforme strutturali cosa sono ed a cosa servono il: Dicembre 10, 2014, 10:22:28
Riforme strutturali cosa sono ed a cosa servono

http://www.economist.com/blogs/economist-explains/2014/12/economist-explains-5 - libero adattamento

Ogni giorno sentiamo i politici (e non solo) che si riempiono la bocca con le “riforme strutturali” ma quanti di loro sanno cosa sono e perché sono utili? Secondo me pochissimi.
L’economist spiega in maniera impeccabile cosa sono le riforme strutturali e perché sono importanti (lascio al lettore anche il link originale).
Innanzi tutto cosa sono: sono quelle riforme che permettono al mercato di lavorare in maniera efficiente. Al di là delle ironie (e soprattutto della mancanza di fondamenti economici) di molti politici di “noiartri” far lavorare meglio il mercato, equivale ad un miglioramento delle condizioni di benessere della società (Coase, R. H. (1960). The Problems of Social Cost. The Journal of Law and Economics, 3, 1–44. doi:10.1086/466560).
Siccome l’economia da sempre è fatta di numeri chi ci dà gli indicatori per capire se un paese ha un mercato efficiente?
Sicuramente il più famoso a livello mondiale (citato anche nel post dell' Economist ) è il Doing Business Index della Banca Mondiale (DBI - http://www.doingbusiness.org/rankings) un altro è quello che ogni anno redige l’Istituto Bruno Leoni (http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx…)
Il DBI prende in considerazione alcuni aspetti rilevanti per il funzionamento della società sintetizzati nella graduatori data dal "Ease of Doing Business Rank”
Starting a Business –Facilità di aprire una attività, inteso come numero di procedure, tempo, costi e capitale minimo.
Dealing with Construction Permits – Rilascio dei permessi di costruire inteso come tempi, costi e numero di procedure
Getting Electricity – Ottenere energia elettrica
Registering Property – Procedure necessarie per acquistare o vendere una proprietà
Getting Credit – Ottenere credito
Protecting Minority Investors – Protezione dei piccoli investitori
Paying Taxes – Pagamento delle tasse, inteso come numero di procedure, difficoltà nel pagamento, ecc.
Trading Across Borders – che misura il tempo e il costo per poter esportare o importare beni
Enforcing Contracts - con il quale si indica la capacità e l’efficienza della giustizia nel risolvere dispute commerciali
Resolving Insolvency – Tempi, costi ed esito delle procedure in insolvenza
Labor Market Regulation – (non incluso nella classifica) che serve per capire la regolamentazione del mercato del lavoro, come ad esempio la flessibilità nella regolamentazione del rapporto di lavoro, rigidità di orari, ecc.
Come siamo messi? Siamo al 56 posto (leggasi cinquantasei) con una diminuzione di 4 posti dall’anno precedente (http://www.doingbusiness.org/data/exploreeconomies/italy/) superati da grandissimi paesi (Ironic mode on) come ad esempio l’Estonia, Islanda, Georgia, Emirati Arabi, Lituania, Macedonia, Colombia, Perù, Montenegro, Rwanda, Romania, Slovenia…
Ma cosa serve all’Italia per fare delle vere riforme strutturali? Basta guardare gli indici, la burocrazia è il male peggiore (sia per i permessi di costruire sia per quanto concerne l’allaccio alla rete elettrica, ma chi l’avrebbe mai detto…) ma anche il pagamento delle tasse e il rispetto dei contratti .
L’economist ci dice che occorre anche fare i conti con la corruzione e quale miglior metodo dell’implementazione della trasparenza? Basta leggere l’inchiesta di Mafia Capitale (http://www.repubblica.it/…/mafia_capitale_alfano_incarica_…/)
++++++++++++++++++++++++++
Citazione
“Alfano investe Pecoraro. ll ministro dell'Interno, Angelino Alfano, intanto ha delegato il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, a esercitare i poteri di accesso e di accertamento nei confronti del Comune della Capitale. E' quanto si legge in una nota del Viminale. La decisione dopo un incontro, questa mattina, tra Alfano e il prefetto. Si allontana dunque l'ipotesi dello "scioglimento per mafia" del Consiglio comunale di Roma, una richiesta che nei giorni scorsi era arrivata da numerosi esponenti di forze politiche. A partire da oggi, il prefetto vaglierà gli atti amministrativi del Campidoglio per verificare l'esistenza dei presupposti per poter chiedere al governo il commissariamento del Comune.
La commissione d'indagine. Il prefetto nominerà una commissione d'indagine composta da tre funzionari della Pubblica Amministrazione e supportata da un nucleo di esperti appartenenti alle Forze di Polizia. La commissione potrà accedere agli atti del Comune al fine di verificarne eventuali possibili forme di infiltrazione o di condizionamento, di tipo mafioso o similare. Le indagini potranno durare tre mesi, prolungabili per una sola volta di altri tre mesi (quindi al massimo sei mesi in tutto). Dopo diché il prefetto dovrà trarre le conclusioni e inviare una relazione al ministro dell'Interno."
++++++++++++++++++++++++++
Dove sta la notizia?
Primo che un prefetto necessiti di “poteri di accesso e di accertamento” nientepopodimeno che dati dal ministro!
La seconda è che ci vogliono 3 mesi (e già si intravede la proroga di altri 3 mesi) per vedere cosa c’è di marcio in una pubblica amministrazione.
Se questo significa trasparenza!
L’economist poi ci dice che Matteo Renzi ha reso il mercato più flessibile (vero ma ha lasciato le cose a metà, la riqualificazione del personale licenziato dove sta? Il miglioramento delle condizioni di incontro delle offerte e della domande di lavoro (oppure dobbiamo rifarci ancora ai centri dell’impiego che riescono a collocare solo il 3% delle persone che si rivolgono a questo ente? http://www.linkiesta.it/centri-per-impiego-isfol).
Sulla diminuzione dei prezzi energetici non mi pronuncio, basterebbe chiedersi da dove viene la gran parte di questa voce. Forse dalle accise, dai costi per finanziare il fotovoltaico, dall’IVA sulle accise (e quindi dallo stato…)
Certo dopo l’economist si perde: occorre fare investimenti pubblic, fare quantitative easing e le riforme strutturali improvvisamente diventano “Hiding behind the veil of structural reforms is no way to boost growth. “
L’economist si impegna ma non riesce eppure era partito così bene….
27  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Re: lettera aperta al sindaco il: Dicembre 05, 2014, 17:14:15
P.S. Quanto sopra descritto è stato possibile appurarlo grazie alla completa disposizione degli amministratori nel segno della massima trasparenza.
28  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Re: lettera aperta al sindaco il: Dicembre 02, 2014, 09:10:26
Prendo atto che di nuovo la maggioranza appare divisa su un tema fondamentale quale quella dell’inclusione del villaggio “la Pineta” tra i fruitori dei servizi del Comune.

Come bene ha scritto LupoSolitario80 trovo francamente fuori luogo far pagare la TASI, la TARI e l’IMU (alquanto salata) ai residenti in quella zona con addirittura la prospettiva di caricarci anche i costi dei servizi di cui anche altre Valentanesi godono come ad esempio l’illuminazione pubblica.

Sono del parere che a Valentano non esistano cittadini di seria A e di serie B anzi dovremmo in qualche modo aiutare i residenti in una zona che da sempre è stata vista come un organo staccato di Valentano migliorandone l’inclusione ed i servizi.

Il consorzio “I Felceti” fa un lavoro encomiabile, con servizi di primo ordine e soprattutto animazione durante tutto l’anno. Non lasciamolo da solo!
29  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / Re: La Di.Mar. Group di Valentano si affaccia in India il: Novembre 26, 2014, 09:35:11
Un altro bell'articolo: http://puntocontinenti.it/?p=6697
30  Valentano Square.Tutto quello che c'è da dire sul nostro piccolo paese. / Dalla Piazza / L'acqua pubblica non doveva costare meno? (Referendum 2011) il: Novembre 25, 2014, 15:13:45
Acqua, l'Authority approva le tariffe 2014-2015 per tutta Italia. Aumento medio del 4,8% nel 2015

Ve risete fatte fregà 'n'altra volta...
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 64
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.055 secondi con 20 queries.

Google ha visitato per ultimo questa pagina Luglio 02, 2018, 02:10:02
Privacy Policy

Alfeuss Site Admin & Webmaster

Piotr The Writer

Valentano.net è pubblicato sotto una Creative Commons License. Leggi il Disclaimer
LO-FI Version

MKPortal ©2003-2005 All rights reserved
Pagina generata in 0.01491 secondi con 6 query